Lilliput spreca, la Battistelli vince al tie-break

La Lilliput vanifica un vantaggio di 2-0 cedendo in volata al tie-break al cospetto della Battistelli San Giovanni in Marignano. Occasione sprecata dalla squadra di Venco, che ha dimostrato nei primi due set di poter chiudere la pratica: le biancoblu non hanno fatto i conti con le romagnole, che trascinate da Saguatti e Vyazovik hanno approfittato del calo delle biancoblu, riaprendo la partita e chiudendo al tie-break sul 10-15. Non sono bastati alla Lilliput i 22 punti di Akrari con 5 muri e i 15 di Vilcu: i 13 errori in attacco sono stati una zavorra insieme alla ricezione traballante (26%) che alla lunga ha rallentato la marcia della Lilliput.
Un punto che non permette alle biancoblu di mantenere il quarto posto in classifica: la vittoria di Trento fa scivolare al quinto posto Biganzoli e compagne.

Buona partenza della Battistelli, che prende il comando della partita fin dal primo scambio, gestendo con Vyazovik i tentativi di ritorno della Lilliput. Il primo vantaggio interno arriva sul 9-8, con un attacco di Midriano, ma l’equilibrio è difficile da rompere. Moretto e Vyazovik vengono servite con precisione dalla egia di Battistoni, Midriano tiene a galla le biancoblu con San Giovanni in Marignano in vantaggio sul 16-14. Biganzoli riavvicina la Lilliput, Fiore mette a segno il suo primo punto per il 16-16. Si ‘scollina’ oltre i 20 punti con le ospiti in vantaggio 21-22 grazie ad un attacco di Vyazovik: in quel momento il set cambia volto, Akrari è la grande protagonista insieme a Biganzoli del parziale di 3-1 che regala il primo set point alla squadra di Venco. La chiusura del set arriva con un attacco di Fiore, che fissa il punteggio sul 25-23.

Biganzoli è la grande protagonista della partenza Lilliput: la capitana guida le compagne sul 7-4 firmato con un attacco dalla seconda linea, la Battistelli prova a rimanere a contatto ma le padrone di casa sono brave a sfruttare gli errori avversari portando il punteggio sul 10-6. Dopo il timeout di Marchesi è Akrari a far riprendere la marcia alla Lilliput, rallentata solo momentaneamente da Moretto e Vyazovik: un muro di Biganzoli e un ace di Vilcu costringono nuovamente al timeout Marchesi sul 15-8. Al rientro la Battistelli piazza un 3-0 che le riporta a contatto, break interrotto ancora una volta da Biganzoli con il punto del 16-11. Midriano firma il 17-11, Vyazovik e Giuliodori fanno respirare la loro squadra firmando il 17-14. Dopo il timeout di Venco è Biganzoli con due punti consecutivi a ridare sprint alla corsa della Lilliput. Agostinetto e un errore in attacco di Biganzoli valgono il 19-16, l’ace di Giuliodori riapre ufficialmente il set. La fast di Midriano vale il 20-17, Saguatti riporta a contatto la Battistelli sul 20-19: un errore in battuta e un muro di Akrari al termine di uno scambio splendido grazie ad entrambe le squadre portano la Lilliput sul 22-19. Lo sprint finale è partito, le due squadre lottano entusiasmando il pubblico: Vilcu trova un punto bellissimo in acrobazia, Cumino piazza l’ace del 24-20. Moretto tiene vive le speranze delle Romagnole, vanificate dall’errore in battuta di Sgherza per il 25-21 finale.

Avvio di terzo set molto piacevole e combattuto, con leggero vantaggio Lilliput in avvio e ritorno delle ospiti sul 5-7 grazie alle giocate di Moretto. Il braccio pesante di Vyazovik e un errore in battuta di Midriano valgono il 7-9, Giuliodori sfrutta un errore in ricezione della Lilliput e un muro per portare il punteggio sul 7-11. Akrari esce dal timeout con un punto e un muro per il 9-11, ancora Giuliodori suona la carica portando la Battistelli sul 9-12. Il vantaggio non diminuisce, le ospiti sembrano poter guidare il set fino in fondo, portandosi sul 12-17 con Tallevi e costringendo al timeout Venco. Un errore di Tallevi e un attacco di Kone portano la Lilliput sul 14-18, un muro di Akrari e un diagonale di Fiore riportano le biancoblu sul 16-19. La battuta di Cumino mette in difficoltà la ricezione delle avversarie propiziando il 17-19 che porta Marchesi a chiamare timeout. Battistelli che riparte con il piede giusto, conquistando cinque set point sul 19-24: concretizza Vyazovik con l’attacco del 21-25.

Partita riaperta, quarto set molto combattuto fin dai primi scambi: Fiore trova il punto del 7-8 con una bella conclusione, Vilcu pareggia in diagonale sull’8-8. Nuovo vantaggio Battistelli con Vyazovik, vanificato dall’errore di Tallevi al servizio. Cumino regala il vantaggio con il tocco del 10-9, ripetuto nell’azione successiva per l’11-9. Un muro di Vilcu su Giuliodori esalta il PalaSanBenigno, un ace di Cumino porta il punteggio sul 14-10. La risposta ospite è un controbreak di 3-0 sfruttando alcuni errori delle biancoblu. Un muro di Fiore e un attacco di Saguatti tengono le due squadre a contatto sul 15-14, Fiore mette a terra l’attacco del 16-14.
Si combatte su ogni palla, Midriano pesca il jolly con il punto di astuzia che vale il 18-17. Un errore in attacco di Vilcu e un muro di Vyazovik danno il vantaggio alla Battistelli sul 18-19, Tallevi sbaglia la battuta ridando la parità alle due squadre. Vyazovik e un errore di Akrari portano il punteggio sul 19-21, Vilcu prima colpisce in diagonale, quindi mura l’attacco ospite ridando la parità. Uno scambio lunghissimo ed emozionante viene chiuso da Saguatti per il 21-22, ancora Saguatti avvicina le romagnole al successo nel set. Dopo il timeout Giuliodori in battuta firma il 21-24, Saguatti sbaglia l’attacco ma a chiudere il set è Tallevi con il punto del 22-25.

Il tie-break inizia con il punto di Giuliodori, pareggiato da una fast di Akrari. Due errori della Lilliput, un muro su Fiore e un attacco di Saguatti valgono il 5-1, un muro di Moretto porta il punteggio sul 2-7. Bisio, entrata in campo per Fiore, trova il 3-7, due muri uno di Bisio e uno di Midriano riportano la Lilliput sul 5-7. Biganzoli riporta a -1 le biancoblu, dopo il timeout è Vyzovik a firmare il 6-8 che porta con sè il cambio di campo.
Tallevi e Bisio valgono il 7-9, il servizio del giovane opposto Lilliput si infrange sulla rete per il 7-10. Midriano in fast accorcia, Vyazovik attacca in rete, il servizio di Biganzoli si spegne in rete per il 9-11. Ancora Midriano con la fast del 10-11, Saguatti gela il PalaSanBenigno quando il punto del pari sembrava ormai cosa fatta. La partita la chiude la miglior giocatrice dell’incontro: Saguatti firma il 10-15 che vale due punti d’oro per la squadra di Marchesi.
LILLIPUT PALLAVOLO-BATTISTELLI S.G.MARIGNANO 2-3
(25-23, 25-21, 21-25, 21-25, 10-15)
SETTIMO TORINESE: Midriano 11, Cumino 5, Vilcu 15, Akrari 22, Fiore 11, Biganzoli 13, Parlangeli (L), Joly, Bisio 3, Malvicini ne, Tonello ne, Kone 1, Cortelazzo ne. All. Venco. Ass. Perrotta, Medici.
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO: Saguatti 26, Moretto 11, Tallevi 11, Vyazovik 20, Giuliodori 10, Battistoni 2, Lanzini (L), Angelini ne, Agostinetto 1, Sgherza, Boccioletti, Rynk. All. Marchesi. Ass. Giulianelli.
ARBITRI: Alessandro Somansino, Christian Palumbo

NOTE: Lilliput (Ric 53%, perf 26%, ace 8, err batt 10, att 38%, muri 14, err 15). Battistelli (Ric 56%, perf 30%, ace 2, err batt 13, att 43%, muri 9, err 13).