La Lilliput cerca l’impresa a Legnano

Torna il campionato di Serie A2 con un inedito anticipo al sabato sera per la Lilliput Pallavolo. La squadra di Maurizio Venco scenderà infatti in campo alle 20.30 al PalaBorsani di Castellanza contro la Sab Grima Legnano, terribile neopromossa stabilmente nelle zone nobili della classifica. Un “big match” in tutto e per tutto, visto che la squadra di Andrea Pistola occupa la terza posizione con due punti di vantaggio sulle biancoblu settimesi: entrambe le formazioni stanno disputando un campionato strepitoso, ben oltre le aspettative iniziali. All’andata non fu una partita come le altre, ma il primo, vero esame di maturità che la Lilliput passò con un combattutissimo 3-1 (27-25, 25-19, 23-25, 25-17), primo passo verso la consapevolezza di essere una squadra in grado di giocarsela alla pari con tutti. Tanti i punti di forza delle lombarde, guidate in cabina di regia dalla palleggiatrice De Lellis, che a dispetto dell’età può contare su tanta esperienza nel campionato di Serie A2. Le “bocche da fuoco” più prolifiche a disposizione di Pistola sono, senza ombra di dubbio, la giovane Camilla Mingardi, schiacciatrice classe 1997, e la colombiana Amanda Coneo, di un anno più “vecchia”, passateci il termine, essendo classe 1996.
Anche al centro la Sab Grima può schierare qualità con la coppia formata da Eleonora Furlan e Fabiola Facchinetti, mentre nel ruolo di libero spicca Sara Paris, che con la schiacciatrice Laura Grigolo completa la formazione a cui si affida in partenza la squadra giallonera.

LA SFIDA DELL’ANDATA

Nel match del 30 ottobre al PalaSanBenigno la Sab Grima si affidò ai 21 punti di una strepitosa Coneo, che attacco con un eloquente 48% aggiungendo anche il 66% di ricezione positiva, numeri che testimoniano la qualità della giovane colombiana. Chiusero in doppia cifra anche Laura Grigolo, 13 punti, e Facchinetti con 10, mentre per la Lilliput furono decisivi i 19 punti di Biganzoli, i 14 di Akrari e Vilcu e i 13 punti dell’opposto Fiore.

L’ULTIMA DI CAMPIONATO

Nell’ultima sfida di stagione regolare le lombarde hanno espugnato con relativa facilità il campo della LPM Mondovì per 0-3, dimostrando di aver completato la maturazione che si chiede ad una squadra giovane vincendo su un campo difficile contro una squadra cambiata dal mercato di riparazione, con gli arrivi di D’Odorico e Nomikou.

Entrambe le formazioni sono reduci dall’impegno in Coppa Italia: solo una delle due ripartirà con slancio in campionato.