“Pasqua sotto Rete”, trionfo Lilliput04

Da sempre i periodi di chiusura scolastica sono occasioni per testare le squadre in tornei di breve durata che coinvolgano un discreto numero di formazioni. Le appena trascorse vacanze pasquali non hanno fatto eccezione ed ecco che lo storico impianto di Via Vigone e le palestre delle scuole nell’intorno sono state scena per il torneo “Pasqua sotto rete”, giunto alla nona edizione, organizzato dal Parella Volley. Molte le categorie in gara e molte le squadre presenti, giunte fin dall’Emilia e dalla Svizzera. Tra queste la Lilliput che ha schierato in campo diverse formazioni, compresa la Lilliput 04 che ha centrato il bersaglio grosso portando a casa un meritatissimo successo

Andiamo con ordine

Dodici formazioni iscritte al torneo under 12, gare distribuite su due giornate; le Lilli Girls si presentano con la giusta etichetta di favorite insieme alle padrone di casa del Parella 2004. E’ la finale attesa ma prima occorre superare le altre avversarie. Primo scoglio da superare il girone iniziale con CUS Torino ed Alba Segrate.  Le ragazze guidate da Gian Piero Canova scendono in campo per l’esordio contro le Torinesi del CUS. Ostacolo decisamente non insormontabile tanto che nonostante un inizio dall’intensità decisamente soft le Lilli Girls prendono decisamente il largo sfruttando una difesa, quella avversaria, decisamente perfettibile. La vittoria arriva al termine di tre set senza storia. Alba Segrate viene accolta con un pizzico di diffidenza: è ancora vivo il ricordo della squadra incontrata nella finale per il terzo ed il quarto posto ad Asti. Ma quella presente a Torino non è nemmeno lontanamente parente della squadra affrontata a dicembre e, pur trovando una resistenza maggiore, le Lilli Girls non faticano a portare a casa l’intera posta in palio e con esso il primo posto nel girone di apertura

LILLIPUT – CUS TORINO 3-0 (25-6  25-4  25-5)

LILLIPUT:  Piccini 5, Marengo 4, Costanzo 8, Diatta 6, Goffredo 5, Vietti 4, Taverna 2, Sammartino 3, Sacchetti 3, Rosina 6, Santinon, Patrasc 2

 

LILLIPUT – ALBA SEGRATE 3-0 (25-11  25-2  25-10)

LILLIPUT:  Piccini 2, Marengo 5, Costanzo 14, Diatta 4, Patrasc 3, Vietti 6, Taverna, Sammartino, Goffredo 7, Rosina 4, Santinon 3, Sacchetti 4

 

Seconda fase nel primo pomeriggio. Cambiano i suonatori ma lo spartito non cambia: è stavolta la Alcor Viadana a subire l’impatto del ciclone Lilliput: un secco e rapido 3-0 dove le Lilli Girls attaccano con una percentuale del 58%. Le cose cambiano invece quando nel quarto ed ultimo incontro del giorno le bianco blu incontrano le Liguri del Paladonbosco Genova, compagine non dotata di tecnica sopraffina ma decisamente motivata ad ottenere il risultato di prestigio.  Inizio contratto per le Lilli Girls che peccano in concentrazione e lasciano la conduzione del gioco alle avversarie. I diversi errori gratuit regalano alle Liguri un insperato 6-7 con Canova che chiede il primo time out. Al rientro in campo le ragazze dimostrano di essere più in partita ma disgraziatamente sempre imprecise. Il set si trascina quindi in equilibrio fin quasi al termine quando finalmente le settimesi riescono finalmente ad ottenere un pur minimo margine. Le genovesi, spinte dall’entusiasmo, non mollano e trovano nuovamente il pareggio sul 23-23 con Canova che si gioca il secondo time out, imitato subito dopo dal collega genovese che sul set point per le Lilli Girls, blocca il gioco per spezzare il ritmo, mossa inutile perché le settimesi chiudono il set sul 25-23. Canova, decisamente scontento, striglia le sue giocatrici nell’intervallo e le Lilli Girls scendono in campo per il secondo set con ben altro piglio e soprattutto concentrazione. Una volta ristabiliti i valori in campo è facile per le Lilli Girls gestire la squadra avversaria che nonostante la resistenza cede anche il secondo set e con esso la possibilità di qualificarsi al primo posto del girone. Il terzo ed ultimo set è poco più di un amichevole: a risultato ormai acquisito ed alla quarta partita, è fatale che la concentrazione latiti, Genova però non forza il ritmo probabilmente demotivata e così, alla lunga, esce fuori il DNA vincente della Lilliput che chiude a proprio vantaggio anche il terzo (bruttino) set.

LILLIPUT – ALCOR VIADANA 3-0  (25-9  25-5  25-5)

LILLIPUT: Piccini 1, Marengo 1, Costanzo 8, Diatta 8, Patrasc 2, Goffredo 10, Taverna 1, Sacchetti 2, Vietti 3, Sammartino 2, Santinon 1, Rosina

 

LILLIPUT – PALADONBOSCO GENOVA 3-0  (25-23  25-14  25-20)

LILLIPUT:  Piccini 5, Marengo 4, Costanzo 23, Diatta 3, Patrasc 7, Goffredo 9, Vietti 6, Sammartino 1, Santinon, Sacchetti, Rosina

 

Dopo una salutare notte di riposo giunge il momento di fare sul serio: c’è la seminale. I risultati del primo giorno di gare hanno “regalato” alle Lilli Girls Il San Giacomo Novara come sfidante. L’analisi dei risultati maturati non lascia adito a dubbi: sarà partita tirata in fase – la semifinale – tradizionalmente delicata per le bianco blu. Il match sin dall’inizio non delude le aspettative: schierata da Canova con Vietti (al posto dell’indisponibile Piccini) e Marengo in regia in supporto a Costanzo, Diatta, Goffredo e Rosina, la Lilliput  prova ad imporre il proprio gioco alle avversarie, interpreti a loro volta di un ottimo inizio gara. Le due formazioni danno vita ad una partita veloce e divertente con ripetuti scambi di colpi. L’inerzia dell’incontro porta avanti le bianco blu determinate ma soprattutto più precise in difesa, particolare non indifferente in un set dove di errori se ne sono visti pochi. Sul 12-6 il coach Novarese chiede la prima sospensione discrezionale per cercare di fermare la deriva della sua squadra, le Lilli Girls infatti lentamente stanno prendendo il largo. I suoi sforzi sono però vani perché le ragazze di Gian Piero continuano a macinare gioco e chiudono il set sul punteggio di 25-13. Secondo set a campo e parti invertite: è infatti Novara a condurre le danze. Le Lilli Girls in verità partono maluccio e gli automatismi che avevano portato alla vittoria del primo set si inceppano subendo la rinnovata verve offensiva delle novaresi che tra l’altro difendono benissimo. Le bianco blu sbandano paurosamente perdendo sicurezza di fronte ad attacchi avversari che fanno “male” e ad errori propri che contribuiscono ad incrementare il distacco tra le due squadre. La Lilliput sprofonda in preda al nervosismo e troppo tardi Canova riesce a far ritrovare la giusta concentrazione alle sue giocatrici. Il distacco non aumenta più ma troppo avanti sono le novaresi che impattano il computo dei set con il punteggio nel parziale di 14-25. Tutto da rifare quindi per le Lilli Girls con un tie break che si preannuncia tesissimo. Al rientro il campo le due  formazioni danno il meglio di loro, si lotta punto su punto in’estenuante lotta fatta di continui cambio palla. Nessuno ci sta a cedere il passo all’altra soprattutto in vista della finale. Al cambio campo le Lilli Girls hanno il vantaggio minimo che però svanisce subito. Un errore noverese ed un buon attacco bianco blu danno finalmente un piccolo margine in vista del traguardo finale; immediato il time out per Novara per cercare di rompere il ritmo del servizio settimese ma ormai le Lilli Girls sono lanciate e chiudono il match sul 15-12 dopo aver sprecato un match point. Festa in campo e sguardo che si sposta sulla finalissima, come previsto, contro il Parella.

 

LILLIPUT – SAN GIACOMO NOVARA 2-1  (25-13  14-25  15-12)

LILLIPUT: Vietti 1, Marengo 2, Costanzo 14, Diatta 9, Rosina 3, Goffredo 8, Astorino, Patrasc, Sacchetti, Sammartino, Santinon, Taverna

 

 

Ed ecco la finale: Lilliput e Parella 2004 si incontrano per la terza volta in questa stagione, sempre in tornei e sempre in sfide di livello. Il bilancio delle vittorie è in parità: trionfo delle Lilli Girls al torneo “campionesse in erba” (sempre in casa Parella) e rivincita per le Torinesi al torneo di Asti. Canova non varia la formazione iniziale rispetto a quella utilizzata in semifinale. Inizio contratto per entrambe le squadre: stiamo parlando della finalissima e le giocatrici badano al sodo, cercando il colpo “sicuro”, al riparo da errori,  piuttosto che azzardare una giocata più audace. Lo spettacolo ovviamente ne risente  ma la Lilliput domina ed i suoi attacchi portano scompiglio nella difesa torinese costringendola spesso all’errore. Le Lilli Girls si sciolgono e prendono il largo. Il coach torinese sfrutta molto presto i due time out a sua disposizione senza però riuscire a tranquillizzare le sue giocatrici ed indirizzare il gioco. Il parziale del primo set è pesantissimo per il Parella: 25-8 che non ammette repliche. Il secondo set vede molto più equilibrio in campo con le Lilli Girls che mantengono iniziativa e dominio del gioco, solo un momento di appannamento delle ragazze di Gian Piero consente alle torinesi di agganciare la parità ma è solo un attimo, le Lilli Girls riprendono margine e marcia fino a quando il Parella perde la speranza e cede di schianto. Le Lilli Girls vincono quindi in scioltezza il set per 25-18. E’ il trionfo. Le Lilli Girls vincono così il terzo torneo stagionale dopo il “Poggio” a Cambiano ed il “campioni in erba” in casa Parella. Il successo è impreziosito da due affermazioni individuali a conferma della bontà del gioco espresso dalle Lilli Girls: Simona Costanzo è eletta miglior giocatrice per la categoria under 12 e Rebecca Marengo miglior palleggiatrice.

Quel che si dice festeggiare degnamente la Pasqua.

Adesso lo sguardo si sposta sulla fase Silver del campionato under 12. Le Lilli Girls saranno impegnate come Lilliput 04 e Lilliput 12 nel tentativo di rientrare nel novero delle migliori 12 squadre del 2015/16, sarebbe il finale ideale di una stagione già eccellente.

 

In chiusura si permetta a chi scrive una nota a margine: rivali sul campo, le Lilli Girls e le giocatrici del Parella durante lo svolgimento del torneo hanno avuto modo di trascorrere molto tempo insieme, di stringere o rafforzare rapporti di amicizia e di condivisione, di raccontarsi. Durante le partite delle Lilli Girls il tifo più forte era quello del Parella e viceversa. Questo non ha impedito in finale di fare tutto il possibile per sopravanzare l’avversario ma la stima ed il rispetto non sono mai venuti a mancare e, un attimo dopo la vittoria ed il festeggiamento è venuto, spontaneo e sincero, l’applauso delle Lilli Girls alle ragazze sconfitte.

Al di fuori di ogni cerimoniale e di ogni convenzione.

Molte volte si dice che i ragazzi dovrebbero seguire l’esempio dei genitori, mi sembra, questa volta, che le ragazze abbiano dato una lezione di fair play e di come si possano facilmente superare differenze che per il mondo “adulto” sembrano insormontabili.

Grazie per l’esempio, ragazze.

 

LILLIPUT – PARELLA 2004 2-0 (25-8  25-18)

LILLIPUT:  Vietti 2, Marengo 3, Costanzo 9, Diatta 3, Rosina 7, Goffredo 3, Patrasc 1, Astorino, Sacchetti, Sammartino, Santinon, Taverna.  All. Canova

 

Aces Lilliput: 4

Percentuale attacco Lilliput 44%