La Lilliput cade al tiebreak con Filottrano

SETTIMO TORINESE – La Lilliput Settimo porta al tiebreak la Lardini Filottrano, ma non riesce a completare la doppia rimonta. Per due volte le ragazze di casa vanno sotto, senza però perdersi d’animo, e riescono nell’intento di riaprire la gara, calando solamente nella fase conclusiva del quinto e decisivo parziale.

Primo set a senso unico in favore della formazione ospite. La Lilliput ha un buono spunto iniziale con Yasmina Akrari (3-1), ma dal punteggio di 6-7 subisce un parziale di 5 punti che pesa come un macigno sull’esito della frazione di gioco (6-12). Veronica Minati prova a riportare sotto Settimo, senza esito però perché Filottrano allunga ancora forzando dalla linea della battuta. Sul 10-17 Cristiano Giribuola chiama in causa Rachele Morello in palleggio per Silvia Bazzarone, tuttavia la Lilliput non ha la forza per tirarsi fuori dal momento di difficoltà e si arrende per 14-25.

Le settimesi cambiano marcia nel secondo parziale, giocato con maggior cattiveria agonistica. Capitan Federica Biganzoli suona la carica in servizio, l’ingresso di Laura Baggi in banda per Erica Giacomel sul 6-6 contribuisce a dare maggior peso offensivo alla squadra biancoblu e la Lilliput presto si porta sul +3 (10-7). Rispetto al set precedente il sestetto di casa riceve e mura meglio e una volta portatosi avanti nel punteggio non si fa più riprendere. Le difese di Francesca Parlangeli tengono in vita palloni importanti, capitalizzati in prima linea da Alessia Midriano e dalla neo entrata Baggi. La Lilliput si porta così sul 24-21 e alla prima occasione un muro perentorio di Bazzarone chiude i conti: 25-21.

L’avvio del terzo set della Lilliput è con il freno a mano tirato. Sotto 1-5, il ritorno in campo di Giacomel dà il via alla rimonta settimese, concretizzatasi sul -1 (10-11). Una volta intraviste le avversarie nello specchietto retrovisore, la formazione marchigiana preme sul pedale dell’acceleratore e torna a condurre le danze. Le ragazze di Giribuola e del vice Fabrizio Dibisceglia tengono fino al 17-20, poi spengono la luce e non si schiodano più da quello score, arrendendosi sul 17-25.

Biganzoli e compagne hanno grande cuore e carattere e lo dimostrano per l’ennesima volta in questa occasione. Trovatesi due volte costrette a inseguire nel conto dei set, le settimesi reagiscono con la forza della volontà e con la grinta, impartendo una lezione alla più quotata Filottrano. Tutte le biancoblu, una ad una, contribuiscono al 25-16 finale, meritandosi il doveroso tributo del pubblico del PalaSanbenigno, ma una menzione particolare va al capitano della Lilliput, andata in battuta sul 3-3 e uscita dal suo terno a servizio sull’eloquente punteggio di 16-3. Sul 17-4, da segnalare l’ingresso dalla linea dei 9 metri di Simona Buffo.

Nel tiebreak entrambe le squadre scendono in campo determinate a mettere le mani sulla vittoria. La Lilliput prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo e in due occasioni (prima sul 7-4 e successivamente sul 10-8) tenta l’allungo, ma nel finale fatica a mettere la palla a terra e subisce un parziale di 0-6. Con le energie residue Settimo annulla due match point, ma al terzo tentativo la Lardini Filottrano pone fine alla gara: 12-15. Nonostante la sconfitta finale, è sentito l’applauso dei sostenitori biancoblu all’indirizzo delle proprie giocatrici, brave a mettercela tutta fino all’ultimo pallone.

LILLIPUT SETTIMO – LARDINI FILOTTRANO             2-3

(14-25; 25-21; 17-25; 25-16; 11-15)

Lilliput: Bazzarone 3, Minati 14, Akrari 14, Midriano 6, Biganzoli 17, Giacomel 3; Parlangeli (L); Morello, Baggi 14, Buffo. N.e. Bruno, Garrafa Botta, Kone. All. Giribuola 2° Dibisceglia.

Filottrano: Agrifoglio 1, Kiosi 14, Giuliodori 15, Cogliandro 11, Coneo 11, Villani 5; Feliziani (L); Stincone, Rita, Moneta 9, Coppi 1. All. Gazzotti, 2° Avi.

Arbitri: Stancati e Lolli.

Note: spettatori 219; durata set 20’, 23’, 23’, 23’, 16’; totale 1h45’. Ace: Lilliput 10, Lardini 8. Battute sbagliate: Lilliput 13, Lardini 8. Muri: Lilliput 10, Lardini 2. Ricezione: Lilliput 53% (prf 31%), Lardini 52% (prf 35%). Attacco: Lilliput 36%, Lardini 40%. Errori: Lilliput 35; Lardini 22.