La Lilliput lotta ad Aversa, ma non basta

AVERSA – La Lilliput Settimo lotta fino all’ultimo pallone sul campo della Clendy Aversa, ma si arrende 3-1 e non riesce a dare continuità alla vittoria di Chieri. Dopo essersi imposta nel primo set, la squadra piemontese cede la seconda frazione alle avversarie e nei restanti due parziali si arrende solamente ai vantaggi. A pesare, ancora una volta, i troppi errori gratuiti, in particolare nel fondamentale del servizio.

Nel primo set la Lilliput entra in campo determinata, sull’onda del successo ottenuto domenica scorsa, e sin dagli scambi iniziali gioca bene. I tanti errori nel fondamentale della battuta (7 nella sola frazione d’apertura, ndr) non consentono a Settimo di allungare nella prima metà del parziale, ma dopo la sospensione tecnica (11-12) le ragazze di Cristiano Giribuola allungano il passo mettendo in mostra un buon gioco offensivo. Silvia Bazzarone trova in Yasmina Akrari e Veronica Minati i terminali offensivi principali e al resto ci pensano le difese di Francesca Parlangeli e i muri di Alessia Midriano. Luciano Della Volpe per due volte richiama in panchina le sue ragazze spendendo entrambi i timeout a disposizione, ma capitan Biganzoli e Erica Giacomel mettono a terra i palloni pesanti e la Lilliput conquista con pieno merito il set: 21-25.

L’avvio della seconda frazione è tutto favorevole alla Clendy Aversa, che imbriglia a muro e in difese le schiacciate delle piemontesi e si porta a condurre 7-2. La Lilliput riesce a riportarsi a -3 sull’8-5, ma è solo un fuoco di paglia perché la squadra campana è nettamente superiore in questo parziale e presto scappa nuovamente via, guidata da Elena Drozina. Aversa doppia nel punteggio le avversarie (20-10) e visto il considerevole vantaggio allenta la concentrazione, consentendo al sestetto piemontese di ridurre il passivo, senza però per questo compromettere l’esito del set. Con carattere Biganzoli e compagne tornano in partita, nonostante un 17% in attacco di squadra, inchinandosi per  25-18. Da segnalare in questa frazione gli ingressi in campo nelle fila ospiti di Rachele Morello, Laura Baggi e Marina Lubian, tutte chiamate in causa nella seconda parte del parziale.

Nel terzo parziale il tecnico della Lilliput conferma Maggi in sestetto, ma l’inerzia della gara è nelle mani delle campane. Settimo tiene fino a quota 5, poi subisce un parziale di 4-0 e rischia di staccarsi dalla formazione avversaria, ma dopo essersi schiarite le idee in panchina le biancoblu tornano a giocare come sanno, riportandosi a -1 (11-10). Con il passare dei punti Aversa sale in cattedra e ingrana la marcia giusta, volando a +6 (18-12), ma l’ottimo turno in battuta di Minati riporta in parità la Lilliput: 18-18. Fino a quota 22 nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento, con Settimo che in due occasioni spreca la palla del vantaggio, poi è la compagine di casa a portarsi a un solo punto dalla vittoria della frazione. Il sestetto allenato da Giribuola annulla un set point, tuttavia alla seconda occasione la Clendy Aversa chiude i conti e si porta a condurre per 2-1 (25-23).

La sconfitta di misura non scalfisce la determinazione di Biganzoli e compagne, che nella quarta frazione partono con il piede giusto: 1-4. Aversa non si stacca e dopo pochi scambi ha la forza di mettere la testa avanti (6-5). Settimo sbaglia più di Aversa ed è difficile con questa zavorra tenere il passo della formazione avversaria, nonostante le biancoblu ci provino comunque con generosità. Sotto 13-8, gli ingressi di Morello e, soprattutto, di Lubian scuotono la Lilliput che mette in campo tutto quello che ha e passa a condurre sul 17-20. Aversa non vuole lasciarsi scappare l’opportunità di vincere davanti ai propri tifosi e nel testa a testa finale la spunta ai vantaggi (26-24), dopo l’errore in battuta di Baggi al set point che taglia le gambe alle piemontesi.

CLENDY AVERSA -LILLIPUT SETTIMO          3-1

(21-25; 25-18; 25-23; 26-24)

Clendy: Drozina 7, Lukovic 20, Salamone 9, Neriotti 6, Astarita 14, Modena 5; Bresciani (L); Focosi 2, Vujko 4. N.e. Tasca, Devetag, Jelic.  All. Della Volpe, 2° Quinto.

Lilliput: Bazzarone 2, Minati 11, Akrari 15, Midriano 10, Biganzoli 12, Giacomel 4; Parlangeli (L); Morello, Baggi 11, Lubian 5. N.e. Bruno. All. Giribuola 2° Dibisceglia.

Arbitri: Somansino e Vecchione.

Note: durata set 25’, 26’, 27’, 31’; totale 1h49’. Ace: Clendy 3; Lilliput 5. Battute sbagliate: Clendy 6; Lilliput 15. Muri: Clendy 7; Lilliput 15. Ricezione: Clendy 61% (prf 43%); Lilliput 69% (prf 50%). Attacco: Clendy34 %; Lilliput 33%. Errori: Clendy 19; Lilliput 30.