Caserta conquista il bottino pieno a Settimo

SETTIMO TORINESE – Nella prima gara ufficiale del 2016, la Lilliput Settimo non riesce a ritrovare la via della vittoria e cede sul campo amico alla Kioto Caserta con il punteggio di 1-3. Una battuta d’arresto che pesa in casa biancoblu, rimediata nell’ultimo turno del girone d’andata da una formazione che finora era rimasta invischiata nella lotta salvezza. Le settimesi hanno di che rammaricarsi per l’andamento sia del primo che del terzo set, in cui partono forte, ma si fanno raggiungere ben prima della sospensione tecnica, salvo poi farsi scavalcare definitivamente nella parte conclusiva della frazione, la più importante. I 27 errori punto (contro i 14 delle campane) rappresentano una zavorra gravosa per l’esito finale del match.

La Lilliput, ancora priva del libero Francesca Parlangeli, come anticipato riesce a partire forte in avvio di gara, presa per mano da Federica Biganzoli, quest’ultima protagonista di una prova encomiabile. Avanti 5-1, però, le settimesi scivolano sotto 7-10, con le certezze incrinate dai 3 ace subiti e dagli attacchi di Sonja Percan e Fabiola Facchinetti. Massimo Moglio cambia in regia inserendo Silvia Bazzarone per la giovanissima Rachele Morello, ma è Yasmina Akrari a provare a riportar sotto la sua squadra, riuscendoci in parte (17-19). Nel finale, però, Caserta non si fa riprendere e chiude 20-25.

Nella seconda frazione di gioco è nuovamente la Lilliput a partire meglio (6-0), ma questa volta le padrone di casa hanno la capacità di tenere distante le avversarie. Erica Giacomel e Alessia Midriano mettono a terra palloni importanti, Elisa Tonello difende con caparbietà e Bazzarone è brava a trovare le giuste soluzioni offensive, propiziando un 61% in attacco di Settimo che non ammette repliche. Caserta tira i remi in barca e si inchina sul punteggio di 25-9.

Nel terzo set, Veronica Minati porta avanti la Lilliput nei primi scambi (6-3), però il sestetto piemontese deve fare i conti con la reazione delle ospiti, griffata dalla regia di Sara De Lellis e dalle schiacciate della solita Percan e di Anastasiya Harelik. Una volta messa la testa avanti, la Kioto Caserta è abile a sbagliare meno delle padrone di casa e nel finale dal 20-20 mette la freccia, andandosi a prendere il parziale: 21-25.

E’ il set della svolta, perché dopo il cambio di campo è netta la differenza di intensità di gioco fra le due squadre. Percan rimpingua il suo bottino di serata fino ai 22 punti finale, mentre dall’altra parte della rete i 9 errori punto commessi vengono pagati a caro prezzo dalla Lilliput. Il tecnico di casa prova ad affidarsi prima alla schiacciatrice Laura Baggi e poi alla giovane diagonale composta da Morello e Marina Lubian, tuttavia la situazione non muta, anzi è Caserta a prendere definitivamente il volo e ad andare a chiudere l’incontro in proprio favore per 16-25.

 

LILLIPUT SETTIMO – KIOTO CASERTA                          1-3

(20-25; 25-9; 21-25; 16-25)

Lilliput: Morello, Minati 13, Akrari 12, Midriano 11, Biganzoli 20, Giacomel 9; Tonello (L); Bazzarone 1, Baggi 2, Lubian. N.e. Bogliani, Bruno, Buffo, Ghirotto (2L). All. Moglio 2° Giribuola.

Kioto: De Lellis 2, Percan 22, Facchinetti 11, Casillo 6, Porzio 2, Harelik 11; Barone (L); Gabbiadini 2, Torchia 1, Galazzo, Botarelli. N.e. Paioletti (2L).  All. Gagliardi, 2° Russo.

Arbitri: Bassan e Jacobacci.

Note: spettatori 256; durata set 24’, 17’, 27’, 23’; totale 1h31’. Ace: Lilliput 4, Kioto 6. Battute sbagliate: Lilliput 8, Kioto 3. Muri: Lilliput 5, Kioto 6. Ricezione: Lilliput 53% (prf 35%), Kioto 59% (prf 37%). Attacco: Lilliput 39%, Kioto 34%. Errori: Lilliput 27, Kioto 14.