Il derby del Piemonte è della Lilliput Settimo

SETTIMO TORINESE – Grande prova della Lilliput Settimo che vince il derby contro la Fenera Chieri con il punteggio di 3-1. Le settimesi, partite senza i favori del pronostico, sgambettano la formazione rivale grazie ad una prestazione corale maiuscola, caratterizzata da grande carattere e determinazione. Massimo Moglio recupera Laura Baggi, assente nelle ultime uscite, e la schiera subito in sestetto al posto di Federica Biganzoli, non al meglio per i soliti fastidi al ginocchio sinistro. Chieri in avvio parte forte (0-3), ma Veronica Minati si carica sulle spalle il peso dell’attacco biancoblu e porta avanti le settimesi sul 6-4. La Lilliput spicca il volo nella fase centrale del set (15-9), trascinata dai muri punto di Yasmina Akrari, insuperabile sottorete. La compagine ospite prova a rifarsi sotto con caparbietà e arriva fino al -2 (19-17), ma la ricezione guidata da Francesca Parlangeli non viene messa in difficoltà e a giovarne è la giovanissima Rachele Morello, che trova le giuste scelte offensive propiziando il 25-21 finale. Nel secondo parziale Chieri cambia passo in attacco, scolpendo un 52% di squadra che non ammette repliche, e dopo una fase iniziale in equilibrio allunga il passo. La Lilliput tiene fino al 15-15, sigillato da un ace di Alessia Midriano, ma nel finale resta sempre un passo indietro e nonostante i 5 punti firmati da Erica Giacomel si inchina per 20-25. Da segnalare nelle fasi conclusive del set gli ingressi in campo tra le padrone di casa di Marina Lubian e Simona Buffo. A far pendere l’ago della bilancia dalla parte della Lilliput è l’esito della terza frazione di gioco, vinta ai vantaggi dalla formazione capitanata da Marianna Bogliani. Le biancoblu di casa iniziano la frazione con il giusto piglio (8-4), tuttavia alla lunga distanza vengono riprese dalle chieresi a quota 12. Si gioca punto a punto e nel finale tutto si decide sul filo di lana. Chieri si porta ad un passo dalla vittoria, ma sul 22-24 la Lilliput non molla grazie a Baggi e ribalta la situazione con grande cuore. Dopo tre set point annullati, le settimesi piazzano la zampata vincente con il muro perentorio di Akrari e il punto decisivo di una glaciale Giacomel: 28-26. La gara, di fatto, termina qui, perché il quarto parziale è un monologo della Lilliput. Chieri si stacca sul 12-7 e non ha più la forza di riaprire la contesa, anzi viene travolta dalle padrone di casa che sfruttano al meglio i 4 errori in battuta delle ospiti per prendere il largo. Settimo è padrona nel campo, Minati rimpingua il proprio bottino e con un PalaSanbenigno tutto in piedi ad applaudire le sue beniamine il finale è di quelli da ricordare: tutte le ragazze a ricevere il meritato applauso per la vittoria piena conquistata sul campo amico (25-13).   LILLIPUT SETTIMO – FENERA CHIERI 3-1 (25-21; 20-25; 28-26; 25-13) Lilliput: Morello 4, Minati 22, Akrari 13, Midriano 9, Giacomel 15, Baggi 6; Parlangeli (L); Lubian 2, Biganzoli 1, Buffo. N.e. Bogliani, Bazzarone, Bosi (2L), Bisio. All. Moglio 2° Giribuola Fenera: Vingaretti 2, Agostinetto 9, Salvi 9, Goes 9, MIgliorin, Serena 13; Agostino (L); Mezzi 12, Torrese, Soriani. Cisi, Curiazio, Arduino (2L). All. Gallo, 2° Druetti. Arbitri: Pristerà e Fretta. Note: spettatori 487, durata set 27’, 24’, 33’, 23’ totale 1h47’. Ace: Lilliput 8, Fenera 1. Battute sbagliate: Lilliput 12, Fenera 8. Muri: Lilliput 13, Fenera 7. Ricezione: Lilliput 60% (prf 41%), Fenera 46% (prf 20%). Attacco: Lilliput 35%, Fenera 33%. Errori: Lilliput 30; Fenera 26.   Massimo Moglio (Allenatore Lilliput Pallavolo): ”Dopo 4 mesi ho cambiato modo di affrontare i problemi, prendendo di petto le situazioni: ho ricevuto un’ottima risposta dalle giocatrici interessate, grande reazione emotiva. Questo significa principalmente che noi ci siamo e che è giusto chiedere il 100% alle mie atlete. Per vincere dobbiamo andare oltre, superare i nostri limiti. Loro sono state brave nell’organizzazione di gioco, noi siamo stati bravi a non dare loro punti di riferimento a muro e in questo devo dire brava a Morello. Questa è la Lilliput che conosco, speriamo di riuscire a breve ad esprimere la stessa intensità anche in trasferta. Ieri avevo detto che a breve sarebbe iniziato il nostro vero campionato, ma è iniziato prima del previsto. Non mi aspettavo questa prestazione maiuscola, che ci regala serenità. In questo modo potremo affrontare le trasferte con una consapevolezza maggiore nei nostri mezzi e una tranquillità che ci può far fare il salto di qualità”.