La Lilliput cade a Soverato

SOVERATO – La Lilliput Settimo tiene testa due set al più quotato Volley Soverato, formazione ben dotata fisicamente e che naviga nelle parti alte della classifica, mentre nella terza frazione perde il passo a metà parziale e non riesce più a risollevare le sorti della partita: 3-0. La squadra di Massimo Moglio, priva di Laura Baggi (presente in panchina per onor di firma, ndr), manca ancora l’appuntamento con la prima vittoria in campionato e fa ritorno in Piemonte a mani vuote.

In avvio di gara la Lilliput si presenta in campo con la novità Rachele Morello (classe 2000) in cabina di regia. Veronica Minati, ex di turno, parte forte e trascina la sua formazione avanti (0-3), ma Soverato non perde ulteriore terreno e si porta a condurre già sul 6-5. Dopo una prima interruzione della partita per il malfunzionamento del referto elettronico, sull’11-7 la coppia arbitrale è costretta a fermare il gioco nuovamente per diversi minuti per il medesimo problema tecnico. Alla ripresa, la formazione calabrese allunga il passo grazie ad una buona efficacia in attacco: si arriva fin sul 21-14, massimo vantaggio interno, quando l’ingresso di Silvia Bazzarone in palleggio apporta nuova linfa al tentativo di rimonta settimese, con l’ace di Alessia Midriano che dà il via al recupero. La Lilliput risale fino al -2 (24-22), annullando due set point alle avversarie, tuttavia al terzo tentativo Soverato chiude i conti: 25-22.

Nella seconda frazione di gioco a partire meglio è il sestetto piemontese. Erica Giacomel trova incisività in fase offensiva e successivamente ci pensa Federica Biganzoli a capitalizzare le difese di Francesca Parlangeli, portando la Lilliput a +4 (8-12). Un parziale di 8-0 per Soverato, propiziato da Edina Begic, ribalta completamente la situazione, mettendo una seria ipoteca sull’epilogo della frazione. La formazione capitanata da Marianna Bogliani mette in campo tutto quello che ha e come successo nel primo parziale fa sudare fino all’ultimo le rivali, con Yasmina Akrari protagonista in prima linea. I 7 errori in attacco, gran parte dei quali concentrati nel finale di set, pesano però come un macigno sul punteggio finale di 25-22 favorevole alle calabresi.

Il terzo set è il meno combattuto dell’intera partita. La prima fase arride alla Lilliput, che inizia con il giusto piglio e va a comandare sullo score di 6-10. Soverato si rimette sui giusti binari in fretta e dal 13-13 ingrana la quarta. In casa biancoblu prosegue l’alternanza in palleggio, mentre le biancorosse calabresi non trovano più ostacoli sulla loro strada e vanno a mettere definitivamente la parola fine sull’incontro, complici i troppi errori gratuiti commessi, spiacevole consuetudine di questa prima parte di stagione. A chiudere i conti è la solita Begic che firma in attacco il 25-18 finale.

Questa l’analisi del tecnico Moglio: “Questa con il Volley Soverato è stata una partita in cui abbiamo giocato a tratti. Nei momenti importanti dei primi due set non abbiamo chiuso gli attacchi che potevano dare una svolta all’incontro e siamo stati punti. In particolare, nella seconda frazione di gioco siamo nuovamente incappate in un black out improvviso che ci ha costrette a rincorrere le avversarie, ma nonostante tutto siamo rimaste fino alla fine a ridosso di Soverato, senza però portare il colpo risolutivo”.

 

VOLLEY SOVERATO-LILLIPUT SETTIMO 3-0

(25-22; 25-22; 25-18)

Soverato: Cumino, Fresco 11, Travaglini 7, Nardini 4, Donà 14, Begic 12; Mastrilli (L); Vietti 1, Bertone 1. N.e. Pirv, Lupidi, Caforio (2L). All. Secchi, 2° Stella.

Lilliput: Morello 1, Minati 9, Akrari 7, Midriano 10, Biganzoli 12, Giacomel 6; Parlangeli (L); Bazzarone 1. N.e. Bogliani, Bruno, Baggi, Buffo, Bosi (2L). All. Moglio 2° Giribuola.

Arbitri: Morgillo e Spinnicchia.

Note: durata set 45’, 27’, 26’; totale 1h38’. Ace: Soverato 2; Lilliput 5. Battute sbagliate: Soverato 5; Lilliput 6. Muri: Soverato 5; Lilliput 6. Ricezione: Soverato 51% (prf 35%); Lilliput 59% (prf 41%). Attacco: Soverato 39%; Lilliput 35%. Errori: Soverato 16; Lilliput 25.