Minati e Baggi pronte a stupire con la maglia della Lilliput

Serviva una presentazione ufficiale per considerare Veronica Minati e Laura Baggi “lillipuziane” a tutti gli effetti: dopo aver iniziato la stagione agli ordini di Massimo Moglio ed essersi inserite nel gruppo storico che ha ottenuto la promozione in serie A2, le due nuove atlete della Lilliput Pallavolo sono state presentate alla stampa presso la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, dando il via alla stagione 2015/2016 del sodalizio biancoblù. Un’annata che difficilmente verrà dimenticata dagli appassionati e dai tifosi della società di Gianfranco Salmaso, approdata nel secondo campionato nazionale dopo anni di militanza nelle “minors” e di consolidamento societario e tecnico.
“Non so quali siano state le scelte tecniche di Marcello Capucchio, il nostro Direttore Sportivo, e di Massimo Moglio, il nostro allenatore – ha spiegato in apertura di conferenza il patron della società settimese – l’unico aspetto fondamentale per me è sapere che si tratta di due splendide persone, che sapranno integrarsi alla perfezione nel solido gruppo che abbiamo scelto di confermare in toto. La nostra marcia in più è sempre stata la serenità, l’ambiente positivo: nel momento in cui l’area tecnica ha deciso di puntare su Laura e Veronica non potevo che fidarmi di loro, come ho sempre fatto”.
Proprio l’ambiente e la serenità in seno alla squadra sono stati il leit motiv delle prime dichiarazioni ufficiali delle due nuove atlete: Veronica Minati, proveniente da Soverato (A2) è una schiacciatrice classe 1983, nata a Omegna, terra di grande pallavolo femminile, transitata per il Club Italia e giramondo per professione, mentre Laura Baggi, anche lei schiacciatrice classe 1992, è nata a Lodi e ha vestito la maglie del Club Italia, passando poi per Vicenza dove ha disputato l’ultima stagione in serie A1.
“Qui a Settimo si respira un’aria particolare, di casa – spiega Veronica Minati – mi ha ricordato molto Ornavasso, dove c’era un gruppo solido che ad inizio campionato non aveva i favoriti dei pronostici. Ma nel nord del Piemonte ho vissuto le stagioni più belle proprio perché i risultati ottenuti sono stati inaspettati, basati sulla forza di un gruppo coeso, compatto, che mi ricorda molto quello che ho incontrato qui a Settimo Torinese. Non ho avuto alcuna difficoltà ad inserirmi, anzi casa mia è diventata quasi un “punto di ritrovo” in cui con le compagne ci riposiamo tra l’allenamento della mattina e quello del pomeriggio. Da subito si respira aria di casa”.
“Mi sto trovando molto bene – le fa eco Laura Baggi – era da tanti anni che non vivevo una situazione del genere, una serenità come quella che si respira a Settimo Torinese. Ti dà una marcia in più ti permette di superare la fatica della preparazione fisica. C’è un gruppo solido, in cui è stato semplice inserirsi: questo è uno dei motivi per cui ho scelto di accettare l’offerta di Settimo, sposando il progetto di cui, sinceramente, si sente parlare molto bene nel resto d’Italia”.
Ora toccherà a coach Massimo Moglio miscelare l’esperienza e la gioventù, far inserire anche tecnicamente due atlete dal curriculum di primissimo piano in un gruppo formato da atlete che non hanno mai calcato palcoscenici di questo livello: “La prima impressione è stata di grande disponibilità da parte di entrambe – spiega l’allenatore della Lilliput – si sono calate nella nostra realtà con voglia di collaborare: sarà un punto di forza per la nostra squadra, sapranno mettere a disposizione del gruppo e del sottoscritto la loro esperienza ad alto livello. L’inserimento è stato ottimale quindi non posso che ritenermi soddisfatto”.