Un Gavi indigesto

GAVI – LILLARELLA 3-0
(25-23; 25-22; 25-22)

Così come una settimana fa il Lillarella in casa aveva riconquistato i 3 punti lasciati a Canelli all’andata, il Gavi, al ritorno, si è ripreso quelli lasciati a Torino.
Turno domenicale a mani vuote infatti per le ragazze dei coach Gobbato/Izzu e un po’ di delusione da una trasferta che avrebbe potuto rappresentare un consolidamento di prestazioni e di classifica.
Invece lo sport è fatto di gioco e i giochi, per definizione, hanno risultati incerti anche quando la classifica può far pensare di incontrare una formazione “alla nostra portata”.
In breve, le giocatrici di casa hanno saputo trovare un assetto tattico che le Lillarelle non sono state in grado di scardinare. Ne è risultato un andamento analogo in tutti e tre i set, persi dalle nostre con distacchi contenuti, ma frustrate probabilmente da un atteggiamento complessivo poco pimpante e dall’ottima difesa e ricostruzione avversaria.
Anche dalla sconfitta però possono essere raccolti alcuni segnali individuali positivi e utili in vista dei prossimi impegni.
Certo è che concentrazione e intensità di gioco andrebbero mantenute su tutti i fronti in cui la formazione è impegnata e se il Lillarella vorrà crescere ancora dovrà far sue queste capacità prendendo esempio dalle grandi squadre.

Manina – Cicogna 12 – Deagostini 6 – Coggiola 13 – Pasca 11 – Micheletto 8 – L.: Demarchis / Colletta – Saltarella 2 – Fantino – Boggio