La Lilliput è messa a dura prova dalla Yamamay

SERIE B1 FEMMINILE GIRONE A: 18° TURNO DATA: 07-03-2015
YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – LILLIPUT SETTIMO 1-3 (20-25; 27-25; 19-25; 13-25)

Al di là del punteggio finale, favorevole alla Lilliput Settimo, la trasferta della capolista in casa della Yamamay Busto Arsizio si rivela irta in insidie. Se da una parte Giulia Angelina e compagne, affrontando le gare con questa determinazione, non meritano di certo l’attuale posizione di classifica, dall’altra è doveroso sottolineare come la squadra di Massimo Moglio abbia faticato non poco, ad eccezione dell’ultimo set, a mettere in seria difficoltà le giovani avversarie, soprattutto con un fondamentale della battuta al di sotto dei buoni standard abituali d’efficacia. Determinante ai fini della conquista dell’intera posta in palio da parte di Marianna Bogliani e compagne l’esito del terzo set: sul punteggio di parità (1-1) nel conto dei set, la Yamamay si porta a condurre 16-9, ma nel momento più buio l’ingresso in battuta del capitano settimese scuote la prima della classe, propiziando una strepitosa rimonta, condotta in porto con un parziale di 3-16 che non ammette repliche. A senso unico la quarta frazione di gioco, in cui in campo c’è spazio per le seconde linee.
In avvio di gara è la Lilliput a partire meglio, con Silvia Bazzarone che serve con insistenza Yasmina Akrari ed Alessia Midriano in attacco sfruttando le buone ricezioni di Francesca Parlangeli e compagne e la mossa dà i suoi frutti. La Yamamay, presa per mano in fase offensiva da Giulia Angelina, non è da meno e non sta di certo a guardare, ma dopo il secondo timeout tecnico (15-16) la formazione di Moglio scappa via sfruttando i tanti errori gratuiti delle giovani padrone di casa (14 nel solo primo set, ndr) e va a mettere le mani sul parziale: 20-25. Dopo il cambio di campo Busto Arsizio limita considerevolmente il numero di ingenuità e con alte percentuali d’attacco si porta a condurre. Roberta Bruno prova ad invertire la rotta e la Lilliput nel finale riesce a riequilibrare un passivo di 21-18, tuttavia nel testa a testa conclusivo a spuntarla con merito ai vantaggi è la Yamamay che riapre la gara: 27-25. L’incontro prende una brutta piega per le settimesi che nella prima parte del terzo parziale sono in confusione totale. Sotto 16-9, come anticipato, la neo entrata Bogliani punge costantemente la ricezione lombarda e da vera capitana dà la scossa alla Lilliput che trova punti importanti in attacco da Federica Biganzoli e lascia di sasso le giovani avversarie. In uno sport di squadra, la panchina ha l’opportunità di dare un contributo importante in ogni occasione nella quale qualche giocatrice viene chiamata in causa in corso d’opera, a volte può addirittura ribaltare gli scenari preesistenti, e proprio a tal riguardo non c’è esempio migliore di quanto accaduto in questo frangente al PalaYamamay. Una volta messa la freccia (18-21) la Lilliput gioca sulle ali dell’entusiasmo e va a conquistare la terza frazione per 19-25. Senza storia il set successivo, in cui Busto Arsizio alza bandiera bianca e le schiacciate di Erica Giacomel creano subito un divario incolmabile tra le due formazioni. In campo c’è spazio anche per le giovani Erika Garrafa Botta e Simona Buffo, oltre che nuovamente per il capitano settimese, con la stessa Bogliani che impreziosisce la sua prestazione con l’ace del definitivo 13-25 ricevendo l’abbraccio delle sue compagne.
Sabato 14 marzo la Lilliput Settimo ospiterà al PalaSanbenigno la Fenera Chieri, terza forza del campionato.

YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Mazzotti 1, Venturini 1, Varone 9, Giobbe 5, Angelina 21, Simonetta 11; Negretti (L); Colombano 1, Della Canonina (2L), Tesanovic 1, Piazza 2, D’Adamo 3, Belli 3.
All. Lucchini, 2° Rondanini.
LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO: Bazzarone, Bruno 10, Akrari 16, Midriano 9, Biganzoli 18, Giacomel 11; Parlangeli (L); Garrafa Botta, Bogliani 4. Buffo 2. N.e. Cortelazzo, Bosi.
All. Moglio, 2° Giribuola.

ARBITRI: Montironi e Santoro.