Vittoria nell’andata degli ottavi

… in previsione di gare più impegnative e credibili… lasciamo pure gli spiccioli.
Perché affannarsi a raccogliere le monetine, lasciamo sul piattino quei pochi “punti” che le avversarie ci hanno scucito o che noi generosamente abbiamo evitato di raccogliere.
In sintesi questo il resoconto della partita dell’altra sera: mai impegnate in modo preoccupante, mai sotto, sempre in vantaggio di molti punti tanto che i tre set vinti si sono chiusi il primo a 7, il secondo a 9 e il terzo a 8.
Credo ci sia poco da dire su questo test. Il divario tra le due squadre non è mai stato in discussione.
Troppo evidente – con rispetto – il potenziale superiore dell’equipe settimo-torinese.
Da sottolineare, comunque, che questa volta, a differenza di altre, le nostre balde giovani non si sono lasciate irretire dal non gioco o dal livello poco impegnativo: hanno mantenuto sempre alta l’attenzione e la concentrazione, facendo il loro a dispetto del livello e della godibilità della partita che agli spalti ha riservato ben poco, a parte il risultato sempre chiaro.
Lunedì ritorno. Stesso piglio, stesso atteggiamento per evitare sorprese, non penso, ma per evitare di sprecare l’occasione di provare in relax ciò che si prova in allenamento, senza la preoccupazione di sbagliare e di compromettere l’esito del match.
Comunque brave in difesa e in ricezione, da migliorare la reattività però in alcune occasioni, sempre efficaci in attacco (a parte le solite, bene anche Stura e Coggiola), concrete le centrali anche se non è stata la partita migliore per esprimere il loro potenziale, bene la regia e le alzatrici, in una serata in cui hanno giocato tutte.
P.E.S.

BALAMUNT – LILLARELLA 0-3
(7-25; 9-25; 8-25)

Buffo 5 – Cicogna 3 – DeAgostini 9 – Micheletto 12 – Pasca 5 – Fantino 3 – Stura 6 – Manina 2 – Coggiola 8