Lilliput motore a diesel

SERIE B1 FEMMINILE GIRONE A: 4° TURNO

PROGETTO ORAGO – LILLIPUT SETTIMO 1-3
(28-26; 17-25; 9-25; 18-25)

Primo successo esterno in campionato per la Lilliput Settimo che concede un set alle giovani e determinate ragazze del Progetto Volley Orago e poi non lascia loro scampo. L’avvio di gara tutt’altro che memorabile fa sì che la trasferta in Lombardia si metta subito in salita, ma dal secondo set il tecnico Massimo Moglio trova la giusta quadratura in campo e il resto della partita si trasforma in un monologo delle biancoblu ospiti.
Come anticipato, nella frazione di gioco inaugurale la Lilliput paga dazio a troppe disattenzioni e si trova subito costretta ad
inseguire: 8-4 il punteggio al primo timeout tecnico. Erica Di Maulo e compagne approfittano dei 5 errori a servizio delle più esperte avversarie per allungare il passo, ma l’ingresso in battuta di Erika Garrafa Botta ed in prima linea di Roberta Bruno, dentro rispettivamente per Sara Cortelazzo e Silvia Bazzarone nel più classico dei cambi di diagonale, scuotono la Lilliput. Una maggior abnegazione in difesa e gli incisivi servizi della neo entrata palleggiatrice riportano sotto la compagine settimese, ma Orago non molla di un centimetro. Alessia Midriano colpisce dal centro, ma sul
21-21 l’allenatore biancoblu chiude il cambio della diagonale e nel testa a testa finale ai vantaggi a spuntarla sono le padrone di casa per 28-26.
Dopo il cambio di campo la Lilliput ingrana la quarta e incrina le certezze delle ragazze di Franca Bardelli. L’entrata di Simona Buffo da opposto, gli attacchi di Federica Biganzoli e le difese di Francesca Parlangeli, uniti ad una maggior presenza a muro, fanno spiccare il volo alle settimesi che verso metà parziale cambiano passo (10-16) e non si fanno più riprendere. L’ingresso in campo di un’emozionata Marianna Bogliani, esperto capitano biancoblu fuori causa dalla scorso mese di maggio in seguito al grave infortunio al ginocchio destro e al conseguente intervento chirurgico, suscita l’applauso spontaneo di tutta la famiglia Lilliput ed è una delle note più liete della serata. Orago è in difficoltà e si inchina sullo score di 17-25. Un black out dell’impianto di illuminazione della palestra di Jerago con Orago ritarda notevolmente la ripresa del gioco, ma nel terzo set in campo c’è solo la squadra di Moglio. Erica Giacomel e Yasmina Akrari scavano il solco tra la loro squadra e quella avversaria, Bazzarone chiama in causa in attacco tutte le sue compagne e dall’altra parte della rete è buio pesto per le giovani lombarde, annichilite dal punteggio di 9-25. Come spesso accade dopo una frazione da dimenticare, Orago prova a reagire nei primi scampi del quarto set, ma già alla seconda sospensione tecnica è cospicuo il vantaggio delle biancoblu piemontesi: 11-16. La Lilliput non vuole lasciarsi sfuggire questa vittoria e, nonostante le buone giocate offensive della giovanissima lombarda Alice Tanase, va a chiudere l’incontro per 1-3 senza correre ulteriori pericoli (18-25).
Sabato 15 novembre la Lilliput scenderà in campo al PalaSanbenigno di Settimo contro la Yamamay Busto Arsizio nel quinto turno di campionato.

PROGETTO ORAGO: Di Maulo 7, Tosi 6, Marocchini 5, Balzanelli, Napodano 9, Ch. Bosetti 11; Bonvicini (L); Bellinetto, Tanase 9, Imperiali (2L). N.e. Peonia, Fezzi, Fusari.
All. Bardelli.
LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO: Bazzarone 2, Cortelazzo 2, Akrari 11, Midriano 12, Biganzoli 17, Giacomel 12; Parlangeli (L); Garrafa Botta 2, Bruno 3, Buffo 7, Bogliani. N.e. Bosi.
All. Moglio, 2° Giribuola.

ARBITRI: Scotti e Trappa.

MURI PUNTO: Progetto 6 (Marocchini 3; Di Maulo 2; Ch. Bosetti); Lilliput 14 (Midriano 4; Akrari e Buffo 3; Biganzoli 2; Giacomel e Bruno).
PUNTI IN BATTUTA: Progetto 2 (Di Maulo 2); Lilliput 11 (Biganzoli 3; Bazzarone, Garrafa Botta e Buffo 2; Midriano e Cortelazzo).
ERRORI A SERVIZIO: Progetto 11 (Marocchini, Napodano, Di Maulo, Balzanelli e Tanase 2; Ch. Bosetti); Lilliput 7 (Midriano 3; Biganzoli 2; Giacomel e Akrari).