B1 – PLAYOFF – Gara di ritorno

LILLIPUT – TRENTINO VOLLEY ROSA 2-3
(16-25; 21-25; 25-23; 25-21; 13-15)

Nella partita di ritorno della Finale Playoff la Lilliput ce la mette tutta per riaprire la serie con la Trentino Volley Rosa, ma al termine di una dura battaglia sottorete cede con l’onore delle armi al tiebreak. Se gara 1 era stata dominata dalle più esperte giocatrici trentine, avvezze a questo tipo di incontri, la rivincita risulta una gara emozionante e appassionante fino all’ultimo pallone.
Nella prima metà dell’incontro è la squadra di Orlando Koja a dettar legge sulla falsariga del primo scontro diretto, tuttavia una volta trovatesi con le spalle al muro, sotto 0-2 nel conto dei set, le settimesi fanno quadrato lottando con grinta encomiabile e grande cuore. Le ragazze di Massimo Moglio vincono così sia la terza sia la quarta frazione di gioco e nel tiebreak ce la mettono tutta per portare la serie alla decisiva “bella”. Giada Marchioron e compagne, però, hanno qualcosa in più e nei momenti delicati del quinto set non si fanno prendere dalla tensione e imponendosi con il minimo scarto festeggiano la meritata promozione in serie A2. Dall’altra parte del campo, però, c’è la consapevolezza di aver dato tutto e la standing ovation riservata dal numeroso pubblico biancoblu alle proprie beniamine è sicuramente uno dei momenti più toccanti della stagione.
Il volley è uno sport che esalta la forza del gruppo e, a differenza di quanto accaduto in gara 1, la Lilliput ha giocato da squadra. Si è perso, è vero, ma dando il massimo o provando comunque a farlo in ogni azione, fino all’ultimo pallone.
Come anticipato, l’avvio di gara è tutto di marca trentina. Le settimesi non riescono a impensierire in battuta le avversarie e così il gioco al centro per la squadra ospite diventa una buona consuetudine, con Silvia Fondriest in evidenza. La Trentino Volley Rosa ha una marcia in più e allunga il passo sull’8-15, ma il cambio di diagonale, con l’ingresso di Erika Garrafa Botta e Roberta Bruno, infonde nuova linfa alla squadra settimese. Grazie ai muri di Valeria Millesimo e agli attacchi della stessa Bruno la Lilliput riesce a portarsi sino a -3 (15-18), tuttavia Sonia Candi è insuperabile in prima linea e ricaccia indietro le settimesi, arresesi definitivamente sullo score di 16-25. Dopo il cambio di campo la formazione di casa si scuote e viene presa per mano in attacco da una determinatissima e combattiva Federica Biganzoli. Il sestetto guidato da Moglio si porta a +4 (10-6), ma viene scavalcato sul 13-14 da Marchioron e compagne. Messa la testa avanti, le ragazze della Trentino Volley Rosa non si fanno più riprendere, anche se fino al
19-20 i giochi restano aperti. Ancora una volta, però, la Lilliput non ha la forza per ribaltare le sorti del parziale e le ospiti si portano a un solo set dalla A2: 21-25. La Trentino Volley Rosa è squadra ben attrezzata in tutti i reparti, costruita con l’obiettivo di vincere, ma nel prosieguo del match deve fare i conti con l’orgoglio e il carattere delle biancoblu. Sul 4-7 l’inerzia sembra essere tutta nelle mani delle trentine, ma la Lilliput ha vinto il campionato sudando e faticando insieme tutto l’anno e nel momento difficile tira fuori gli artigli. La rimonta parte dalla cabina di regia, con Silvia Bazzarone che trova in Erica Giacomel e Sara Miola i suoi terminali offensivi principali, prende forza con i muri punto perentori di Yasmina Akrari e si consolida con le difese di Francesca Parlangeli, scesa in campo con la maglia numero 2 di capitan Marianna Bogliani, in tribuna dopo l’operazione chirurgica al ginocchio destro, ma presente con il cuore accanto alle sue compagne, così come l’altra assente Sara Cortelazzo, sempre pronta a incitare da bordo campo le biancoblu. La Lilliput mette tra sé e le rivali un buon margine di vantaggio (16-11) e nel finale trova con una decisa Giacomel l’attacco e il risolutivo muro che riaprono la sfida: 25-23.
La quarta frazione di gioco, al di là di quanto dica il punteggio finale di 25-21, è autentico dominio settimese. L’entusiasmo è il motore della squadra di Moglio e, spinte dal tifo del proprio pubblico, Biganzoli e compagne sono assolute padrone del campo. Tutte le giocatrici biancoblu, dalla prima all’ultima, danno il loro importante contributo alla causa e il punteggio di 15-6 è l’emblema della supremazia targata Lilliput. Marchioron non è certo giocatrice che si dà per vinta e si carica sulle spalle il peso dell’attacco trentino, riportando sotto la sua formazione. La risalita delle ospiti si arresta però sul 23-21 e tutto si deciderà così al tiebreak (25-21). Dal primo all’ultimo pallone i due sestetti si sfidano con il coltello tra i denti, regalando una bella pallavolo a tutti gli spettatori. Più volte Marchioron e compagne provano a staccare le settimesi, ma nell’ordine Miola, Giacomel e Biganzoli rimettono tutto in discussione. Affrontato il cambio di campo sul 7-8, la Lilliput emoziona tutti i presenti credendo nell’impresa fino all’ultimo.
Sotto 11-14 le settimesi hanno la forza per annullare due match point, ma al terzo tentativo la solita Marchioron fa calare il sipario dando il via alla festa promozione gialloblu: 13-15. La Lilliput riceve invece il meritatissimo applauso di tutta la sua gente e si preparerà ora per la serie valevole seconda fase playoff che prenderà il via sabato 7 giugno al PalaSanbenigno di Settimo e che vedrà le biancoblu opposte alla vincente tra Bakery Piacenza e Le Ali Padova.

LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO: Bazzarone, Miola 9, Akrari 13, Millesimo 7, Biganzoli 24, Giacomel 22; Parlangeli (L); Garrafa Botta, Bruno 2.
N.e. Si. Olocco, Bosi (2L), Buffo, Pasca.
All. Moglio, 2° Giribuola.
TRENTINO VOLLEY ROSA: Demichelis 3, Marchioron 23, Candi 16, Fondriest 12, Martini 8, Pirv 9; Polato (L); Paoloni, Todesco, Bonafini. N.e. Dorighelli, Pucnik.
All. Koja, 2° Avi.

ARBITRI: Rossi e Bucci.

MURI PUNTO: Lilliput 12 (Akrari 5; Millesimo 3; Miola 2; Biganzoli e Giacomel); Trentino 14 (Candi 6; Marchioron, Pirv e Fondriest 2; Demichelis e Martini).
PUNTI IN BATTUTA: Lilliput 3 (Akrari 2; Biganzoli); Trentino 5 (Pirv e Demichelis 2; Fondriest).
ERRORI A SERVIZIO: Lilliput 9 (Millesimo, Biganzoli e Akrari 2; Giacomel, Garrafa Botta e Bruno); Trentino 6 (Fondriest 2; Marchioron, Candi, Martini e Pirv).