Tutta Settimo deve farsi sentire domani sera!

Cuore, spirito di sacrificio, determinazione e coraggio devono essere le parole d’ordine in casa Lilliput.
Nelle difficoltà, come la defezione di Sara Cortelazzo dopo la prima giornata e l’infortunio occorso nel momento più bello della stagione a capitan Marianna Bogliani, leader della squadra in campo e fuori, le settimesi hanno sempre reagito facendo quadrato nello spogliatoio e puntando sulla forza del gruppo.
I risultati ottenuti non sarebbero stati possibili altrimenti.
E’ questa la strada da ritrovare nell’appendice stagionale dei playoff,meritata e conquistata partita dopo partita, tutte insieme.
Allo stesso tempo, queste ragazze vanno incitate a gran voce nell’avvincente finale di stagione.
Nella storia della Lilliput, mai nessuna squadra è arrivata fino a questo punto.
Vincere è compito arduo, soprattutto quando si sposta l’asticella sempre più sù.
Le giovani pallavoliste del florido vivaio settimese, le loro famiglie e tutti gli appassionati di questa disciplina sportiva di Settimo, ma non solo, devono far sentire il loro supporto,
in queste settimane più di sempre.
Nessuna giocatrice della rosa biancoblu ha mai preso parte a una finale playoff e in questa nuova avventura agonistica tutte, dalla prima all’ultima a referto, vanno prese per mano, metaforicamente parlando, e sospinte verso un traguardo tanto ambizioso qual’è la serieA2.
Stiamo parlando della seconda categoria in ordine di importanza in campo nazionale, roba non da poco.
Vincendo il campionato di B1 le ragazze di Massimo Moglio hanno compiuto il primo importante passo. Non era mai successo prima e, per tutti, dev’essere motivo di grande orgoglio.