U16 – FINAL FOUR PROVINCIALE – Finale 3°/4° posto

PARELLA – LILLIPUT R 3-1
(11-25,  25-21,  25-23,  25-12)
Si conclude con una sconfitta l’avventura del gruppo 2000 di coach Moglio nel campionato U16. Il Parella di Dani Lia riesce a sal…ire sul gradino più basso del podio ribaltando i favori del pronostico che vedevano favorite le nostre ragazze (due vittorie su due incontri a loro favore nel campionato U16 Regionale). L’avvio delle nostre era infatti veemente e pugnace, sia nell’atteggiamento che nei gesti tecnici e il set veniva messo in carniere in tempi rapidi e con punteggio che non lasciava molto spazio alle fantasie di rimonta del Parella. Ma trattavasi di classico fuoco di pagliericcio, che illudeva il pubblico di parte Lilliput ma che non durava che il tempo di un sospiro. Il cambio di campo a fine set ci ha ricordato alcuni film di fantascienza, in cui gli abitanti di un paesino sperduto nella campagna americana venivano prima rapiti dagli alieni per essere studiati, per poi essere riportati alla loro vita normale…solo che al loro ritorno erano persone diverse, profondamente cambiate. Ecco, nella palestra di San Francesco al Campo dev’essere successo qualcosa di simile: probabilmente nella fase di cambio campo le Mogliuzze sono state rapite dagli alieni che, affascinati da questa attività umana fatta con un oggetto tondo rimbalzante all’interno di un rettangolo di 162 mq con una rete in mezzo, hanno voluto “studiare” da vicino le nostre ragazze (degne esponenti di questa attività ludico motoria). Essendo gli alieni ad un livello tecnologico a noi sconosciuto e per noi incomprensibile, la fase di studio per noi è durata un istante e nemmeno ci siamo accorti della cosa. Il problema è che come nei film, al loro ritorno le ragazze (anche loro ovviamente ignare dell’accaduto) non erano più loro: chi doveva ricevere usava i muri perimetrali della palestra per giocare a palla-muro, chi doveva attaccare o veniva denunciata dall’ APGA Onlus (Associazione Protezione del Gatto Autoctono, ndr) per il gran numero di felini innocenti scagliati a fondo palestra, oppure tentava di vincere la partita facendo arrossare le mani del muro avversario; chi doveva murare (evidentemente in preda ad incubi dovuti al trattamento alieno subito) alzava le braccia al cielo come ad invocare la pioggia offrendosi così al tiro al bersaglio parellino; e chi andava al servizio pensava che l’obiettivo fosse il goal al centro della rete).
Questa gara ci è sembrata la fotocopia (venuta male però) della semifinale contro l’Unionvolley, con un primo set giocato con personalità, cervello e muscoli, e tre set successivi che vedevano un crescendo di errori rossiniano, specialmente nei momenti topici dei set. Il Parella è rimasto in gara per lunghi tratti assistendo soddisfatto al fare/disfare delle nostre, che passavano da un’azione eccellente ad un errore non provocato con estrema disinvoltura. Per cui, visto che è già la seconda volta che succede e che la cosa ci è costata probabilmente un titolo provinciale o quanto meno una finale provinciale, vorremmo dire agli alieni di trovarsi qualcun altro da studiare; in Lombardia ci sono ottime società di pallavolo giovanile femminile, che andassero a……studiare loro. Ritornando seri, il quarto posto finale è risultato di assoluto valore e prestigio per un gruppo che, non dimentichiamolo, è composto da ragazze del 2000/2001. Sono un gruppo eccezionale, si allenano tanto e duramente durante la settimana e nei week end giocano quasi sempre tre partite. Hanno iniziato solo ora a raccogliere i frutti dei loro sforzi, con un titolo provinciale (nel loro campionato di pertinenza, l’U14) e questo quarto posto in U16. Il lavoro che dovranno fare da qui a fine stagione, a nostro modesto avviso, dovrà essere incentrato più sull’atteggiamento e la continuità di concentrazione che sulla pura tecnica. Siamo certi che coach Moglio come sempre ha già ben chiaro quale dovrà essere il prosieguo del loro cammino……………e farà un “mazzo” così agli alieni! Ora sotto con la fase regionale U14.