Tag: serie D

Una vittoria ed una sconfitta per la Lilli-Balamunt-Parella 2003

Parella/Lilliput/Balamunt 2003

Under16: ancora una netta vittoria 3-0 per Aiello e compagne in casa del Lasalliano.
“Queste gare portano sempre con loro il rischio di adeguarsi al ritmo delle avversarie” commenta il coach Barberis, soddisfatto per una gara che non è mai stata in discussione e che ha visto le ragazze mantenere un buon livello di attenzione per tutta la gara.
Serie D: le giovani 2003 escono nuovamente sconfitte. Dopo un buon inizio di gara che ha visto le torinesi battagliare punto a punto con le avversarie, il solito black out di 4-5 punti ha creato lo strappo che ha permesso al Calton di aggiudicarsi il set. Sconforto e troppa poca fiducia in se stesse hanno fatto il resto e la voglia di lottare su ogni pallone è mano a mano venuta meno.
“Un passo indietro dal punto di vista caratteriale” commenta l’allenatore. “Bisogna aver voglia di lottare sempre e comunque su ogni pallone se si vuole fare nel tempo un salto di qualità”. 3-0 per la squadra di Caluso il risultato finale, da sottolineare a dispetto del risultato la prestazione di Aguzzi Giulia, sempre attenta in difesa e protagonista anche in attacco, sicuramente l’unica ad arrendersi solo a partita conclusa.

Doppio stop per le Lillarelle

UNDER 18 REGIONALE
LILLARELLA – JUNIOR VOLLEY DOC 0-3 (16-25 : 16-25; 24-26)
Manina 1 – Cicogna 8 – Buffo 5 – Deagostini 8 – Pasca 6 – Micheletto 7 – L.: Demarchis – Colletta – Fantino – N.e.: Coggiola – Molino – Saltarella

Lillarelle spente e poco motivate sin dalle prime battute in questa prima fondamentale partita del regionale. Di fronte ad una compagine decisamente organizzata in tutte le fasi di gioco ci sarebbe voluta la squadra che spesso, in questa stagione, si è vista giocare ad alti livelli. Purtroppo, almeno nei primi due set, non si è vista neppure l’ombra di quelle capacità di imporre gioco e intensità. Così la partita è stata messa completamente in mano alle bravissime Casalesi che non se la sono lasciata sfuggire vincendo con un perentorio 3-0. Emblematico persino il terzo set, dove si è vista una bella reazione, una frazione giocata interamente in vantaggio con un buon margine, salvo buttarlo alle ortiche nel finale come purtroppo è capitato in più di una occasione nei momenti importanti.
Gioie e dolori di una squadra nata da due mezze formazioni non facili da amalgamare, protagonista comunque di una bellissima stagione.

SERIE D
AGRYVOLLEY – LILLARELLA 3 – 2 (23-25 ; 23-25 ; 25-18 ; 25-22 ; 15-12)
Boggio 3 – Cicogna 21 – Coggiola 8 – Deagostini 13 – Fantino 10 – Pasca 2 – L. Demarchis – Colletta – Micheletto 5 – Saltarella 3 – n.e. Manina

Sconfitta difficile da raccontare se si considerano l’andamento generale del match e il turno di andata. Aggiudicati i primi due set riuscendo comunque a complicarsi le cose anche quando erano decisamente sotto controllo, il Lillarella se le complica completamente facendosi rimontare i due parziali, consentendo alle esperte avversarie di ritrovare fiducia, gioco e di aggiudicarsi la gara al tie break. Forse a questo punto è subentrata una stanchezza di motivazione dovuta alla consapevolezza di aver svolto un campionato di Serie D di buon livello lasciando tuttavia per strada, a causa di improvvisi cali di concentrazione, molti punti e altrettante soddisfazioni.

Lillarella torna a vincere in serie D

TESTONA VOLLEY – LILLARELLA 0-3
(20-25 ; 22-25 ; 16-25)

Ci si poteva aspettare un Lillarella appagato in Serie D oppure abbattuto dalla sconfitta in finale provinciale Under 18, ma il Testona non ha trovato nulla di tutto questo.

Le giocatrici dei coach Gobbato/Izzu non hanno fatto sconti ed hanno giocato una partita vera non lasciando neanche un set alla compagine di casa.

Buone prestazioni sia dei reparti di palla alta sia dei centrali, segno che complessivamente hanno funzionato bene anche tutte le altre fasi di gioco.

Prossimo incontro di Serie D giovedì 23 aprile alle 21.00 tra le mura amiche della Palestra Manzoni contro Finoro Chieri e poi il giorno 1 maggio alle ore 11.00 presso il Palazzetto di Settimo Torinese con il primo importante appuntamento regionale di Under 18 contro Junior Volley Doc.

Boggio 2 – Cicogna 16 – Deagostini 10 – Coggiola 2 – Pasca 7 – Micheletto 11 – L.: Demarchis – Colletta – Saltarella 7 – Fantino – N.e.: Manina – Stura

Ancora una vittoria in serie D

LILLARELLA – UNION FOR VOLLEY 3-1
(24-26; 25-15; 25-23; 25-12)

La prima partita di primavera è stata un riassunto della stagione delle Lillarelle in Serie D: tanti punti o set persi a causa di cali di concentrazione con formazioni brave a coglierne giustamente vantaggio.

Anche se quella di ieri, alla fine, è stata vinta 3-1 con tre punti conquistati, bisogna ricordare che le giovani dell’Union Volley avevano vinto la gara di andata e hanno vinto anche il primo set del match di ritorno alla Manzoni.

Un primo set condotto dalla compagine di casa dall’inizio fino quasi alla fine. Poi il calo di concentrazione, i 5 punti di vantaggio divorati, il set point divorato e divorato pure il set.

Inevitabile il richiamo dei coach che, al cambio di campo, cercano di ripristinare la fiducia smarrita tra le più esperte giocatrici di casa.

Ancora qualche punto di incertezza all’inizio del secondo parziale e poi si rivede il Lillarella: efficacia in battuta, ottima tenuta in difesa e ricostruzione, attacchi provenienti, per le avversarie, da tutte le parti, intensità di gioco. Finale 25 – 15 e parità ripristinata.

La terza frazione è di nuovo un po’ più equilibrata, ma il Lillarella conduce, controlla e chiude in vantaggio 25 – 23.

Inutile recriminare a questo punto sulla classifica generale che, con un pizzico di attenzione in più, sarebbe potuta essere ancora migliore.

Tuttavia l’ultimo set vinto per 25-12, un assolo che evidenzia le differenze in campo, ancora una volta dimostra quanto potenziale abbia questa compagine quando si esprime pensando solo al punto in gioco in quel preciso istante e a niente altro.

Prossimo appuntamento in Serie D con Dall’Osto Trasporti Involley, fanalino di coda della classifica, per sabato prossima a Cambiano.

Ora però massima concentrazione, grinta e attenzione alla semifinale di andata del Campionato di Under 18 che si disputerà in casa del Cus Collegno mercoledì 25 marzo alle ore 21.00 nella palestra di Alpignano.

Manina 4 – Cicogna 24 – Buffo 8 – Deagostini 12 – Pasca 11 – Micheletto 9- L.: Demarchis – Colletta – Fantino 4 – Coggiola 6 – Saltarella 1 – Boggio 1 – n.e. Stura

Un Gavi indigesto

GAVI – LILLARELLA 3-0
(25-23; 25-22; 25-22)

Così come una settimana fa il Lillarella in casa aveva riconquistato i 3 punti lasciati a Canelli all’andata, il Gavi, al ritorno, si è ripreso quelli lasciati a Torino.
Turno domenicale a mani vuote infatti per le ragazze dei coach Gobbato/Izzu e un po’ di delusione da una trasferta che avrebbe potuto rappresentare un consolidamento di prestazioni e di classifica.
Invece lo sport è fatto di gioco e i giochi, per definizione, hanno risultati incerti anche quando la classifica può far pensare di incontrare una formazione “alla nostra portata”.
In breve, le giocatrici di casa hanno saputo trovare un assetto tattico che le Lillarelle non sono state in grado di scardinare. Ne è risultato un andamento analogo in tutti e tre i set, persi dalle nostre con distacchi contenuti, ma frustrate probabilmente da un atteggiamento complessivo poco pimpante e dall’ottima difesa e ricostruzione avversaria.
Anche dalla sconfitta però possono essere raccolti alcuni segnali individuali positivi e utili in vista dei prossimi impegni.
Certo è che concentrazione e intensità di gioco andrebbero mantenute su tutti i fronti in cui la formazione è impegnata e se il Lillarella vorrà crescere ancora dovrà far sue queste capacità prendendo esempio dalle grandi squadre.

Manina – Cicogna 12 – Deagostini 6 – Coggiola 13 – Pasca 11 – Micheletto 8 – L.: Demarchis / Colletta – Saltarella 2 – Fantino – Boggio

Vittoria termale

ROMBI ESCAVAZIONI LTR – LILLARELLA 1-3
(25-23 ; 24-26 ; 24-26 ; 19-25)

Il Lillarella torna a vincere in Serie D avendo ragione, con qualche fatica di troppo, della giovane ed efficace formazione di casa.

Ad onor del vero, senza nulla togliere all’indiscutibile qualità dell’LTR, le ospiti fanno il bello e il cattivo tempo e la partita segue un po’ le fasi altalenanti dell’umore e dell’intensità di gioco delle nostre giocatrici messe in campo da coach Gobbato con qualche ritocco.

Sta di fatto che il primo set, dopo essere state avanti anche con buon distacco, viene consegnato alle avversarie.

La fiducia mostrata all’inizio della prima frazione viene quindi un po’ a mancare ed ecco spiegati gli altri due parziali effettivamente combattuti con le due squadre capaci di raggiungersi e superarsi a vicenda più volte. In entrambi i casi però hanno avuto la meglio quel tanto di esperienza e fisico in più delle Lillarelle che pur non esprimendo il loro miglior gioco pareggiano e poi si riportano in vantaggio per 2-1 con il medesimo risultato (24-26).

A questo punto le acquesi sembrano domate, la quarta frazione di gioco incanalata senza sussulti a favore delle torino-settimesi che però, ancora una volta, riescono a far riavvicinare le loro avversarie fino a quasi dimezzare il massimo vantaggio acquisito. Set comunque vinto (19-25) e tre punti per nulla scontati messi in cascina.
Alla fine il bilancio della trasferta è del tutto positivo.

Manina 2 – Stura 8 – Deagostini 15 – Cicogna 16 – Micheletto 11 – Pasca 12 – L.: Colletta/Demarchis – Saltarella – Boggio 2 – Coggiola – n.e.: Fantino

La capolista passa a Torino

LILLARELLA – MULTIMED RED VOLLEY 1-3
(25-21 ; 21-25 ; 21-25 ; 20-25)

E’ stata una lezione di pallavolo a domicilio quella ricevuta domenica pomeriggio dal Red Volley che a fine partita incassa anche l’applauso della calorosa, ma sportiva tifoseria di casa.

Dopo un primo set illusorio, dove il Lillarella ha giocato un buon volley vincendolo senza troppe difficoltà, le ospiti hanno saputo prendere le misure e imporre il loro gioco infliggendo un perentorio 3 a 1 ad un Lillarella incapace di ritrovare il bandolo della matassa.

Le vercellesi hanno giocato da capolista, trovando regolarità in battuta, solidità in difesa, velocità in fase di distribuzione ed efficacia in attacco, anche per vie centrali.

Ci sarebbe voluto il miglior Lillarella per avere ragione di una compagine avversaria così completa e in forma.

Un insegnamento utile da questa sconfitta è proprio il fatto che se si vogliono vincere le partite importanti bisogna giocare al 110%, mentre il Lillarella di domenica, forse, ha espresso un 70% delle sue potenzialità.

Il salto di qualità passerà proprio attraverso la capacità, già dimostrata in alcune occasioni, di imporre il proprio ritmo e il miglior gioco quando serve, nei momenti critici della stagione e delle partite chiave.

Le possibilità ci sono, la fiducia non manca, il salto di qualità è alla portata.

Boggio 2 – Cicogna 15 – Buffo 14 – Deagostini 11 – Micheletto 8 – Pasca 4 – L.: Demarchis/Colletta – Saltarella 1 – Stura 3 – Fantino 1 – Manina – Coggiola

Bella vittoria a Piossasco

BZZ PIOSSASCO – LILLARELLA 0-3
(23-25 ; 15-25 ; 15-25)

Le Lillarelle giocano una buona partita e tornano da Piossasco con tre punti importantissimi per il morale e per la classifica.

Il primo parziale, come prevedibile, è complicato. Le giocatrici di casa esprimono un gioco caparbio in difesa, veloce nella ricostruzione e valido in attacco. Le nostre soffrono e per buona parte del set devono rincorrere.

I time out di coach Gobbato sortiscono l’effetto desiderato e le giovani torinosettimesi cambiano marcia: un buon turno in battuta verso la metà della prima frazione e una ritrovata fiducia del gruppo nei propri mezzi sono le chiavi di volta per un bel balzo in avanti nel punteggio. Le avversarie giustamente non ci stanno e con una serie di ottime giocate tornano nuovamente sotto. Il Lillarella però rimane ben concentrato e conquista il primo parziale 25-23.

Forse il BZZ accusa il colpo e il secondo set inizia con il vento a favore delle nostre che prendono subito il largo e chiudono agevolmente 25-15.

A questo punto si teme il calo fisiologico e infatti le battute iniziali del terzo set sono di nuovo combattute. La compagine di casa, effettuato qualche cambio, cerca di riaprire la partita. Anche in questa fase sono il buon livello di attenzione e la grinta espresse da tutte le Lillarelle ad avere la meglio per vincere set e incontro.

Tre punti importanti e segnali positivi da tutta la rosa a disposizione dei coach.

Manina – Cicogna 8 – Buffo 9 – Deagostini 11 – Micheletto 5 – Pasca 9 – L Demarchis / Colletta – Boggio 3 – Stura – Saltarella – Fantino

Inizia bene il girone di ritorno

LILLARELLA – LINGOTTO 3-0 (25-22 ; 25-21 ; 25-18)

Inizia con una vittoria e tre punti il girone di ritorno in Serie D. Una prestazione forse non esaltante, ma, questo va detto, con alcuni tratti di buona pallavolo.

Gli errori in battuta, ancora troppi, e alcune incertezze rintracciabili a sprazzi un po’ in tutte le fasi di gioco fanno pensare che le Lillarelle e i coach non abbiano ancora completato il lavoro di amalgama che stanno perseguendo con impegno dall’inizio della stagione.

Nella prima frazione le giovani di casa sono contratte e per buona parte del set devono rincorrere le avversarie, per poi averne ragione nel finale.

Il secondo set inizia con un valzer di errori in battuta da una parte e dall’altra e quindi in equilibrio, anche qui spezzato da una buona accelerazione delle ragazze di casa nel finale.

Il terzo fila via liscio e sotto controllo.

In conclusione, tre punti preziosi e lavori in corso.

Manina 1 – Cicogna 14 – Buffo 14 – Deagostini 3 – Micheletto 1 – Pasca 9 – Colletta/Demarchis – Coggiola 4 – Fantino – n.e. Boggio – Saltarella

Brutto ko a Novi

NOVI – LILLARELLA 3-0
(25-17; 26-24; 25-22)

Voltare pagina e riprendere con il solito entusiasmo. Ecco, se possiamo portare a casa qualcosa da una trasferta magra di consolazioni come quella di Novi Ligure, è proprio l’intenzione di guardare subito avanti e riprendere il lavoro, senza soffermarsi su una partita che è andata come andata.

La breve analisi, necessaria al commento del 3 a 0 subìto, porta innanzitutto a riconoscere il merito delle avversarie e dei loro tecnici che hanno sicuramente preparato molto bene la partita. Evidentemente non hanno lasciato nulla al caso e lo dimostrano la capacità tattica e la tenacia dimostrati nel ribaltare i tentativi a tratti molto convinti delle Lillarelle di riprendere in mano il match dopo un primo set giocato davvero al di sotto delle loro possibilità.

Per quanto riguarda le nostre atlete resta il fatto che durante i tre set le hanno mostrato di avere le carte in regola per affrontare meglio e forse anche superare le Novesi. E’ da questa consapevolezza che si volta pagina per riprendere il cammino verso una crescita compiuta, o quello che i tecnici spesso chiamano “salto di qualità”, che deve ancora arrivare.

Boggio 1 – Cicogna 13 – Deagostini 9 – Coggiola 4 – Pasca 7 – Micheletto 8 – Demarchis/Colletta – Manina 1 – Saltarella 2 – Fantino n.e.: Stura

Bella vittoria casalinga

LILLARELLA – AGRIVOLLEY 3 -1
(25-22; 25-22; 15-25; 25-16)

Anche in Serie D sono arrivati tre punti importanti contro una formazione che già dal riscaldamento appariva preparata ed esperta rispetto ad una compagine, il Lillarella, mediamente più giovane, non solo dal punto di vista strettamente anagrafico, ma anche da un un punto di vista dell’insieme.
Il risultato finale di 3 a 1 mostra solo parzialmente le difficoltà che le Lillarelle hanno dovuto superare per venire a capo di una sfida inizialmente viziata da numerosi errori da una parte e dall’altra, ma sempre punto a punto fino alle fasi finali dei primi due set.
Secondo set giocato meglio, nel complesso, da entrambe le squadre, ma alla fine le giovani di casa si impongono. Il terzo set ha visto invece le avversarie esprimere il massimo sforzo e mettere alle corde le nostre che si arrendono e lasciano il parziale comodo alle ospiti.
Per fortuna il quarto set torna sui binari e sotto il controllo del Lillarella che dimostra capacità di recuperare la concentrazione ed inizia quello che sarà l’ultimo parziale con notevole intensità e ritmo di gioco, chiudendo senza patemi set e partita.
Non sta a noi commentare gli aspetti tecnici che sono a totale appannaggio dei coach; certo è che quando servizio e ricezione girano con regolarità la nostra compagine diventa un osso duro per qualsiasi avversaria. Con un pizzico di costanza in più si intravvede la possibilità di togliersi meravigliose soddisfazioni anche in un campionato, quello di Serie D, dove esistono margini per recuperare posizioni importanti.

Boggio 4 – Cicogna 13 – Deagostini 12 – Buffo 17 – Pasca 3 – Micheletto 8 – Demarchis/Colletta – Fantino 1 – Saltarella – Manina – Coggiola – Stura

Buon punto alla ripresa del campionato

FINORO CHIERI – LILLARELLA 3-2
(25-23 ; 23-25 ; 25-21 ; 23–25 ; 20-18)

Dopo la pausa natalizia e la positiva esperienza al Torneo di Modena, si riprendono gli allenamenti e si torna in campo per il primo appuntamento in Serie D.

Il primo set si presenta subito complicato con le Lillarelle poco concentrate nelle fasi iniziali e tendenzialmente passive nei confronti del gioco avversario; time out e inevitabile richiamo energico di coach Gobbato ad indicare che le feste sono finite e se si vuole giocare a pallavolo è venuto il momento di riprendere le attività. Le ragazze infatti rispondono e il gioco riprende anche se in modo tardivo e non sufficiente a raddrizzare il primo parziale che le avversarie si aggiudicano per 25-23.

Nel secondo set riappare il Lillarella apprezzato per lunghi tratti a Modena. La musica cambia decisamente, non è più “Bianco Natal”. La partita si fa bella e avvincente da quel momento in avanti con ottima pallavolo esibita da entrambe le compagini, parziali e risultato finale sempre in bilico.

Il commento del Coach: “Ottima prestazione, il cui rammarico è solo quello di non aver portato a casa 2 punti. Bella partita contro una squadra molto ben messa in campo e forte in attacco. C’è ancora da mettere a fuoco l’attenzione sui particolari soprattutto in una partita che finisce con 3 set su 5 giocati punto a punto fino alla fine e un tie break ai vantaggi. Il processo di crescita passa proprio da qui e sta continuando sia dal punto di vista tecnico sia nella consapevolezza delle ragazze nei confronti dei mezzi individuali e di squadra.”

Boggio 4 – Cicogna 27 – Deagostini 17 – Coggiola 12 – Pasca 9 – Micheletto 6 – Demarchis/Colletta – Fantino 1 – Saltarella – Stura

La sconfitta che non ti aspetti

LILLARELLA – TESTONA 2–3
(23-25 ; 25-18 ; 22-25 ; 26-24 ; 15-17)

Puntuale è arrivata la sconfitta che non ti aspetti. Non tanto per il fatto che si sottovalutasse il Testona, che si è dimostrata una squadra molto valida, quanto per le prestazioni in crescita delle Lillarelle delle ultime uscite.

In alcuni commenti precedenti abbiamo detto che si inizia a vedere il gruppo e proprio il gruppo si è visto anche nella sua giornata no.

Al di là delle individualità è stata una prestazione negativa nel suo complesso con pochi alti e molti bassi ed un gioco complessivamente “telefonato” e prevedibile per una compagine avversaria entrata in campo molto determinata e grintosa.

Ecco, forse proprio grinta e determinazione, quelle caratteristiche ben espresse nelle ultime partite che hanno visto le ragazze di casa imporsi con autorevolezza contro avversarie di ottimo livello, ieri sono venute per qualche motivo a mancare.

Anche questo fa parte del percorso di crescita del gruppo che deve imparare ad uscire correttamente, mantenendo salda la concentrazione, anche dai giustificati momenti di euforia che seguono le vittorie sonanti.

Spesso si dice che si impara dalle sconfitte, ma quando si inizia ad andare a gonfie vele, imparare dalle vittorie diventa fondamentale.

Manina 4 – Cicogna 12 – Deagostini 16 – Buffo 18 – Pasca 13 – Fantino 0 – Demarchis – Coggiola 5 – Micheletto 5 – Saltarella 2 – Boggio 0 – Colletta

Buona prestazione vs la capolista

ALLOTREB – LILLARELLA 3 – 1 (25-22 ; 19-25 ; 25-20 ; 25-20)

Ottima prestazione delle nostre Lillarelle anche se a secco di punti in classifica.

Si è vista una bella pallavolo, con buone fasi in ricezione e muro/difesa. Coach Gobbato ha provato combinazioni di formazione fin’ora inedite che potrebbero dare spunti e informazioni importanti considerando che sono state messe in campo contro una squadra ostica.

I parziali raccontano solo in parte una partita combattuta, dove alle più giovani Lillarelle sono mancate forse solo un pizzico di malizia ed esperienza di fronte ad una compagine complessivamente più esperta.

Il campo ha infatti mostrato per ampi tratti un match davvero combattuto e agonisticamente intenso con scambi e rovesciamenti di gioco spesso molto piacevoli ed emozionanti per il pubblico presente.

Lillarella è una squadra giovanissima non tanto per le età delle singole giocatrici comunque giovanissime, quanto per il gruppo nato in effetti da pochi mesi. La fase di affiatamento deve quindi ancora maturare e dare i suoi frutti, ma la crescita c’è e i germogli si vedono sempre più tosti e rigogliosi.

Boggio 4 – Stura 2 – Deagostini 9 – Coggiola 3 – Pasca 5 – Micheletto 16 – Demarchis – Cicogna 13 – Fantino 1 – Saltarella 4 – Manina 0 – Colletta n.e.

La brutta Lillarella…

UNIONFORVOLLEY – LILLARELLA 3-2
(25-19 ; 25-27 ; 20-25 ; 25–21 ; 15-10)

Solo 1 punto in questa partita da dimenticare!

Si parte subito male con grosse difficoltà in ricezione e poca efficacia in attacco, quindi lasciamo troppo facilmente il primo set alle avversarie. Il secondo è decisamente molto combattuto e le Lillarelle riescono a chiuderlo ai vantaggi; il terzo si chiude con un risultato positivo per le nostre ragazze, ma purtroppo nel quarto si spegne nuovamente la luce e bisogna decidere tutto al tie break.

Le Lillarelle però non riescono a trovare quella concentrazione e quella grinta necessaria per uscire da una giornata buia e così lasciamo i 2 punti alle avversarie.

La luce si spegne e poi si riaccende in una sorta di atmosfera fin troppo natalizia, in particolare per i regali che le nostre concedono alle avversarie.

Qualcosa ancora non quadra nella continuità di un organico le cui buone potenzialità sono indiscutibili.

Le risorse per migliorare ci sono, come le capacità dei coach e delle ragazze.

La fiducia non manca.

Cicogna 14 – Deagostini 15 – Pasca 13 – Fantino 15 – Coggiola 4 – Saltarella 6 – Boggio 1 – Stura 1

Pronta riscossa Lillarella

LILLARELLA – GAVI 3-1
(20-25; 25-16; 25-16; 25-12)

Altri 3 punti importanti nella classifica di Serie D per le Lillarelle.
Gobbato schiera in campo Manina / Cicogna, Pasca / Fantino, Deagostini / Coggiola, libero Demarchis.
Si parte a rilento, assonnate, senza sbagliare troppo, ma senza mordente e le avversarie sono brave a cogliere il momento di “blackout” chiudendo il set 25 a 20.
I 3 minuti tra il primo e il secondo set vengono utilizzati per una “sveglia” generale.
Si rientra in campo con la sola variazione in regia, Boggio per Manina, finalmente si rivede il LILLARELLA con il suo gioco spumeggiante. I set successivi, necessari a conquistare i tre punti scivolano via con facilità, come evidenziano i parziali.
Top scorer di giornata Marta Coggiola che totalizza 19 punti ad indicare che le frecce all’arco dei nostri coach Alessandro e Fabrizio, sono ben assortite e pungenti. I lavori di sincronizzazione tra i reparti sono ancora in corso, ma i margini di crescita sono evidenti e quando le nostre amate riescono ad evitare il vortice dell’autolesionismo imponendo il loro gioco, sono in grado di giocare una pallavolo davvero divertente ed efficace.

Cicogna 17 – Deagostini 11 – Pasca 16 – Fantino 5 – Coggiola 19 – Saltarella 2 – Boggio 1

Prossimo appuntamento sabato 29 novembre a Pasta di Rivalta.

…anche i ricchi piangono

La blasonata compagine sett-orinese l’altra sera ha sfoggiato un repertorio degno del miglior Houdini.
Nel giro di poche battute la tecnica e la superiorità mostrata nel primo set, si è tramutata, come per incanto, in una noiosissima e tristissima telenovelas di marca sudamericana: ritmi lenti, pause lunghissime, prestazione da “mi svacco sul divano e mi strafogo di birra e patatine”.
Irriconoscibili, nel secondo set, nonostante l’ingresso di Buffo assente nel primo, ma anche lei non pervenuta – capita, a volte – le nostre non hanno mai raggiunto le avversarie, nonostante una buona prova di Micheletto, avversarie che hanno così chiuso in vantaggio di soli due punti, ma in vantaggio.
Dopo la prestazione da provola silana, le nostre nel terzo set hanno dimostrato, finalmente di che pasta sono fatte e si sono imposte nettamente, lasciando il Dravelli a 12… echeccaspita!
Fuori Buffo nell’ultimo, mestamente, ma grazie a qualche acuto della sempre positiva Cicogna e di una DeAgostini in serata IN, il set si è chiuso bene, però che fatica…
E’ sembrato che alcune… poche…non tenessero particolarmente a giocare la partita.
Scusate la banalità: ogni partita merita di essere giocata al meglio, per se stessi, per la squadra e per rispetto alle avversarie… e magari per la/e Società.
…ma il predicozzo non si addice al Pastore Errante, semmai meglio di persona, guardandosi negli occhi.
La telenovelas credo sia terminata, con l’ultima puntata di martedì, quindi la prossima sarà sicuramente un andante con moto… dove deve andare il Pastore… dite ?
Grazie, conosco la via !
A presto
P.E.S.

LILLARELLA vs DRAVELLI : 3-1
25a17 – 23a25 – 25a12 – 25a18

Buffo 7 – Cicogna 19 – DeAgostini 14 – Pasca 6 – Micheletto 14 – Fantino 5 – Coggiola 4 – Manina 3 – Saltarella 2

Il bicchiere è mezzo pieno

CANELLI – LILLARELLA 3 – 1 (18-25 ; 25-13 ; 25-20 ; 25 – 22)

Cicogna 19 – Deagostini 8 – Pasca 6 – Micheletto 8 – Coggiola 4 – Stura 4 – Manina 3

Nonostante la sconfitta in serie D per le nostre Lillarelle, nel primo e nel quarto set si è visto davvero bel gioco e un bel gruppo. Forse si poteva rientrare con un punticino importante, ma ancora una volta si capisce che il duro lavoro della settimana porta i suoi frutti. Bisogna proseguire su questa strada e poi capire in che modo mantenere alta la concentrazione, acquisire quell’esperienza necessaria a recuperare rapidamente dagli inevitabili momenti di calo. Lavoro per coach Gobbato che nel primo set parte con la formazione base in assenza di Buffo con Manina e Cicogna opposte, Deagostini e Coggiola in banda e Micheletto e Pasca al centro, libero la giovane Demarchis: le ragazze sono agguerrite e molto concentrate, buoni muri e buoni attacchi spiazzano le esperte e capaci avversarie. Segue poi un turno di servizio di Cicogna che porta 3 aces consecutivi fino ad arrivare a vincere questo primo set, forse, con eccessiva tranquillità.
Il Canelli infatti non ci sta e rientra in campo ovviamente pronto a ribaltare il risultato. Da subito grandi difficoltà in ricezione ed ecco che ci si ritrova stordite sotto 9-2; una strigliata, qualche cambio, ma le Lillarelle sono come annebbiate e non riescono a uscire da questa situazione.
Il terzo inizia di nuovo in affanno, ma si iniziano a rivedere i segnali di ripresa che nel quarto set, con qualche cambio nella formazione, portano le due squadre a combattere a viso aperto e sempre punto a punto. Purtroppo l’accelerazione finale della squadra di casa le porta a vincere set e partita con un poco di amaro in bocca per le nostre giovani.
Coach Gobbato: “deluso perché si poteva fare di più, si poteva comunque portare a casa un punto importante; ma anche la partita di oggi ci dà ragione sul lavoro che stiamo facendo e che piano piano porterà i risultati che tutti ci auguriamo.” Il bicchiere è mezzo pieno.