Don't Miss

Lilliput ko per 3-1, Chieri espugna il PalaSanBenigno

SETTIMO TORINESE Finisce con la settima sconfitta consecutiva la stagione casalinga del Lilliput, piegato da un Chieri che ha creduto di più nel proprio potenziale. Settimo ha giocato con troppa foga e in maniera eccessivamente altalenante per poter insidiare realmente le collinari capaci di dare maggior continuità al proprio gioco specie in difesa e contrattacco. Non basta la grinta di Vilcu, Biganzoli e delle giovani lanciate in campo da Venco per ribaltare l’equilibrio.

 

LA PARTITA

Si inizia con le formazioni a guardarsi da vicino fino al 9-9 quando il primo break lo producono le padrone di casa sfruttando un errore al servizio di Nenkovska e un attacco di Akrari su ricezione imprecisa della formazione di Druetti. L’inerzia si ribalta poco dopo con Vingaretti in battuta, Serena in attacco e Caneva a muro portando il punteggio sul 13-15. Settimo risulta incerta specialmente sulla copertura del pallonetto dietro al muro. Venco rilevava Fiore con Bisio, lasciando l’opposto romano in panca per il resto della gara. Leggs e due servizi vincenti in zona di conflitto chiudevano 17-25 il primo set. Il secondo si apriva con Chieri che proseguiva sullo slancio emotivo del precedente, spingendosi sul +5 (1-6) con Serena dalla linea dei 9m. Un parziale di 2-6 rilancia Settimo grazie ad Akrari e Kone (entrata per Midriano). L’aggancio arriva a 11 su ace di Vilcu e Settimo riprende colore allungando 18-14. Chieri non si dà ancora per vinta, impattando a 20 con Mezzi. Ancora Vilcu e ancora dal servizio arriva il break per il +3 (23-20) che apre la strada all’1-1, deciso da una battuta lunga di Serena. Il cambiamento tra i due set è evidente nelle percentuali d’attacco: si dimezza quella di Chieri (da 54% a 25%), resta costante quella di Settimo (34 e 32%). Come nel parziale precedente èChieri a scattare meglio al via con un 3-8 che non pare ammettere repliche. Mezzi dal servizio, Serena e incredibilmente Bresciani (difendendo un attacco che cade appena al di là della rete biancoblu) le protagoniste dello strappo. Akrari risponde e rilancia il Lilliput che sorpassa 12-10 con Biganzoli e un attacco largo di Nenkova. Nessuna delle due formazioni vuole cedere e si viaggia in altalena fino al 19-19 tra strappi e recuperi. Nel finale però Settimo si disunisce cadendo in una lunga serie di infrazioni culminate nell’invasione fischiata a Biganzoli per il definitivo 23-25 che spegne l’entusiasmo dell’ennesima rimonta biancoblu. Quarto parziale deciso dall’accelerazione chierese che vale il 6-12. La replica settimese è decisa ma si ferma al -3 (9-12). Da qui è inseguimento, con l’ultimo acuto delle padrone di casa che provano ad allungare la partita al quinto sull’onda dei servizi di Vilcu e degli errori di Mezzi, riaprendo i giochi da 15-22 a 21-22. L’ala romena però tira lunga l’ultima battuta e con essa si spengono le speranze del Lilliput di evitare l’ennesimo rovescio.

 

 

LILLIPUT PALLAVOLO-FENERA CHIERI 1-3

(17-25; 25-22; 23-25; 22-25)

LILLIPUT: Cumino 2, Fiore 2, Midriano 2, Akrari 16, Vilcu 14, Biganzoli 14, Parlangeli (L); Joly, Bisio 9, Malvicini n.e., Tonello, Kone 5, Cortelazzo. All. Venco. Ass. Perrotta

CHIERI: Vingaretti 2, Nenkovska 16, Leggs 8, Caneva 11, Serena 15, Mezzi 12, Bresciani (L); Ferrara, Errichiello n.e., Provaroni, Scapati, Armando. All.Druetti

Arbitri: Sergio Jacobacci, Giuseppe Maria Di Blasi

 

 

 

 

You must be logged in to post a comment Login