Un Europeo indimenticabile per le ragazze della Lilliput

L’Italia Under 18 si ferma a un passo dalla medaglia d’oro, superata in finale dalla Russia per 3-2. Un secondo posto che vale oro, ottenuto al termine di un percorso iniziato, ironia della sorte, proprio con la vittoria per 3-0 contro la Russia, e proseguito con ottime prestazioni delle azzurrine e un percorso netto. Prestazioni che hanno consentito a Rachele Morello, palleggiatrice nata e cresciuta alla Lilliput Settimo Torinese prima di approdare al Club Italia, di vincere il premio di miglior regista della rassegna continentale.
La palleggiatrice torinese non è stato l’unico motivo d’orgoglio per la Lilliput: da sottolineare l’apporto di Fatim Kone, recuperata in extremis per la finale, di Elisa Tonello, una delle migliori interpreti in Europa del ruolo di libero, a Marina Lubian, la più esperta nonostante la giovane età, già medagliata iridata a un passo dall’indimenticabile bis.

Un argento che vale oro e che conferma la bontà della pallavolo “made in Lilliput”: quattro atlete a un passo dal tetto d’Europa è un risultato che poche società possono vantare.
Brave ragazze, il futuro del volley azzurro passa anche dalle vostre mani.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE CATTANEO – Nonostante un po’ di amarezza nel gruppo azzurro c’è la consapevolezza che la medaglia d’argento rappresenta comunque un buon risultato. Dello stesso avviso il presidente federale Cattaneo che ha dichiarato: “Le nostre ragazze sono state grandi in questo Europeo chiuso con sei entusiasmanti vittorie e una sola sconfitta, purtroppo in finale. Sicuramente c’è un po’ di amarezza ma anche tanta soddisfazione e la consapevolezza di avere una squadra con una grande potenzialità. Ringrazio le ragazze che mi hanno regalato la prima medaglia e tutto lo staff, a cominciare dall’ allenatore Luca Cristofani. Avremo sicuramente altre occasioni. Ancora una volta l’Italia ha mantenuto al massimo livello il proprio prestigio in campo internazionale come avviene da molti anni”.